ritmo  
 
Utente 677XXX
Buongiorno da dicembre 2013 ho sempre dei fastidiose extrasistole, che ho monitorato con doppler di cui vi metto qui di seguito i dati emersi
dic 2013 f.c min 53 f.c max 152 f.c med 78 battiti sopraventricolari 0, battiti ventricolari singoli 120
referto ritmo sin con fisiologiche var della f. cardiaca . Poco freq bat. prem. ventricolari isolati . Assenti bat sopraventricolari . Non Alterazioni
luglio 2014 f.c min 46 f.c max 137 f.c med 76 battiti sopraventricolari 3, batt ventricolari singoli 7131
referto ritmo sin costante. Molto frequenti BEV isolati, talora con caratteri di bigeminismo ventricolare. Non pause patologiche. Non significative modif. del tratto ST.
novembre 2014 f.c min 50 f.c max 156 battiti sopraventricolari singoli 9 coppie 1 totale 11 battiti ventricolari singoli 7138 coppie 6 totale 7150
referto ritmo sinus. con fisiologiche variazioni della frequenza cardiaca, frequentissimi battiti prematuri ventricolari anche ripetitivi( coppie) sporadici battiti sopraventricolari anche ripetitivi. ALTERAZIONI ST non diagnostiche.
sono molto preoccupata e in attesa del cardiologo da cui ho preso appuntamento vorre i un vostro consulto.
P:S mi hanno prescritto cardicor 1,25 e successivamente atenololo ma entrambe mi danno molti problemi avendo io una pressione cardiaca piuttosto bassa .

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora io le consiglio di affidarsi a un aritmologo (un cardiologo con particolare esperienza in problemi del ritmo cardiaco) perchè una valutazione adeguata del problema può esser fatta solo da una figura competente...
Saluti
[#2] dopo  
Utente 677XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno infatti è lo specialista da cui ho prenotato ma volevo capire da altri specialisti cosan e pensano. Io sono molto preoccupata anche perché sono sempre molto stanca.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non possiamo a distanza fare valutazioni che richiedono visite ed esami strumentali. Faccia prima questo passaggio e poi ci risentiamo.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 677XXX

Iscritto dal 2008
va bene, comunque io ho fatto gia prova da sforzo, ecg, holter, ed ecocolordoppler
e sono stata da tre colleghi che mi hanno detto che devo prendere cardicor o simili.
grazie comunque
[#5] dopo  
Utente 677XXX

Iscritto dal 2008
ho fatto la visita e la dottoressa mi ha prescrito entact 10mg (farmaco che però avevo gia preso un anno fa per 4 mesi senza risultati a livello cardiaco) lei cosa mi consiglia di fare^?
sono molto preoccupata per questa cosa, anche perchè non riesco a vivere normalmente a causa di questi malesseri e aritmie.
[#6] dopo  
Utente 677XXX

Iscritto dal 2008
stasera sono stata dal mio medico con gli esiti del cardiologo, il quale mi ha riprescritto il cardicor 1,25 mezza compressa la sera per un mese e poi dovrò ripetere l ecg. il problema è che a distanza di un ora dall assunzione mi da gia problemi nonostante la mezza compressa sia una dose minima . inoltre da qualche giorno mi sento molto affaticata e quindi sono piuttosto preoccupata per questa cosa. c'è qualcuno che può darmi un consiglio?
[#7] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile signora
lei continua a postare richieste, ma non ascolta i consigli che le diamo....
Ha fatto la visita aritmologica che le ho consigliato in precedenza ????
Per l'Entac è un antidepressivo (è chiaro che non agisce sul cuore), mentre il cardicor può anche peggiorare l'extrasistolia, anzichè migliorarla....
I consigli noi li diamo, ma come vede li non li recepisce.
Saluti
[#8] dopo  
Utente 677XXX

Iscritto dal 2008
scusi i toni, ma forse è lei che non capisce me sono stata da un cardiologo aritmologo di vicenza, e mi ha ordinato lui il cardicor !!!!!!!! dicendomi che se a breve non trovo miglioramenti possiamo pensare di utilizzare almyritm.. ma sarebbe meglio evitarlo
[#9] dopo  
Utente 677XXX

Iscritto dal 2008
inoltre l aritmologo ha espressamente scritto i betabloccanti sono i farmaci di prima linea utilizzati per questi problemi.
[#10] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
...non concordo nè su l'uno, nè sull'altro...ma questa è la mia personale opinione. Lei se vuole può continuare a seguire i consiglio del suo aritmologo o cercarsene un altro.
Saluti
[#11] dopo  
Utente 677XXX

Iscritto dal 2008
allora mi dica lei come comportarmi!
[#12] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, noi di MI dobbiamo attenerci a regole che ci impediscono di fare diagnosi e terapia a distanza....e quindi possiamo elargire solo consigli e di consigli ne ho forniti...ora tocca a lei fare delle scelte.
Saluti
[#13] dopo  
Utente 677XXX

Iscritto dal 2008
lei mi ha detto di fare esami strumentali e visita da aritmologo, l ho fatta...ma lei non è d accordo con i consigli del suo collega, quindi vorrei capire cosa farebbe lei...altri esami? altri farmaci? nulla? mah
[#14] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora, dipende da una serie di criteri da rispettare e che solo con una visita diretta si possono valutare (faccio riferimento a ECG di base e ricerca adeguata, anche con posizionamento degli elettrodi in maniera non convenzionale, di segni per escludere canalopatie, caratteristiche dell'extrasistole se a singola morfologia o polimorfa, alla definizione della morfologia dominante in 12 derivazioni ECG per stabilirne il sito di origine e quindi l'eventuale correlazione con potenziali patologie a sola espressione elettrica o anche anatomica magari in fase iniziale e rlativa indicazione o meno a proceder con tecniche di imaging come la RMN, da farsi però solo dopo sopprssione farmacologica dell'extrasistolia, intervallo di accoppiamento critico o meno per stabilirne la pericolosità anche al di là del numero e della sintomatologia riferita, intervallo fisso o variable, numero totale nelle 24 h con rapporto rispetto ai battiti normali ect ect.)....
Ora che mi ha fatto fare una lezione di medicina il succo non cambia....
la terapia se necessaria o meno e il tipo di atteggiamento terapeutico (scelta del farmaco o terapia alternativa a quella farmacologica) dipendono dalla valutazione aritmologica...La terapia betabloccante è di prima scelta solo in pochee forme di extrasistolia altrimenti può essere peggiorativa, ma questo ripeto che deve stabilirlo chi la prende in cura assumendosene le responsabilità....
Non tutti gli aritmologi sono dello stesso livello di qualificazione, come del resto avviene per i medici in genere e non sta a me stabilire se il suo lo sia o meno....
Se le sue condizioni di salute miglioreranno il medico al quale si è affidata sarà stato quello giusto, differentemente trarrà lei le sue conclusioni....
La mia consulenza chiaramente finisce qui.
Saluti
[#15] dopo  
Utente 677XXX

Iscritto dal 2008
mi trascriverò il suo responso e lo farò vedere quanto prima al medico, in modo che si attivi per i controlli del caso.
grazie
Saluti
Emanuela