Utente 401XXX
Buonasera
Dopo una visita dal medico curante ho riscontrato di aver diverse fistole, ad una corretta analisi ne conto 3 (sono simili a 3 piccoli buchetti contornati da una linea rossa, se potete darmi una conferma.) e dovrò essere operato.
Vorrei sapere se nell'operazione di queste 3 fistole (spero non siano di più) avrò un intervento a seguito del quale mi metteranno dei punti.
Inoltre, se ricevo una medicazione fatta con punti, in quanto potrà guarire il tutto ?
E se invece ricevo una medicazione per seconda intenzione, cioè aperta ?
La mia prima preoccupazione è il tempo di recupero dall'operazione, poiché mi preme poter tornare a svolgere attività come stare seduti o camminare, a causa di diversi impegni.
Spero in una dettagliata risposta che metterà a calmare i miei tanti dubbi e le mie tante paure.
Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Salve,
immagino si stia riferendo alla fistola sacro-coccigea o sinus pilonidalis, giusto?
[#2] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Nel caso della fistola sacro-coccigea, esistono diverse tecniche chirurgiche.
In caso di intervento con chiusura primaria, le verranno applicati dei punti che dovrà rimuovere a distanza di 10-15 giorni ed eseguire delle meticolose medicazioni, con ritorno alle normali attività quotidiane dopo circa 1 mese.
Con la tecnica aperta, in cui la ferita guarisce per seconda intenzione, i tempi di guarigione sono molto più lunghi, circa 3 mesi.
Comunque, esiste un'altra tecnica (mini-invasiva) che le consentirebbe di ridurre i tempi di guarigione e soprattutto di ottenere migliori risultati estetici e una ridotta incidenza di recidive.
Può consultare la seguente pagina del sito per ricevere maggiori informazioni:

http://www.medicitalia.it/blog/chirurgia-pediatrica/6157-sinus-pilonidalis-tecnica-mini-invasiva.html

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Utente 401XXX

Iscritto dal 2016
Esattamente, mi riferisco ad una fistola sacro-coccigea, avevo dimenticato di specificarlo.
Grazie mille per la risposta, vorrei chiedere un'altra cosa:
La tecnica illustrata, la mini-invasiva, è generalmente presa comunque in considerazione dal chirurgo o è poco diffusa, preferendo le altre due principali ?
[#4] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Personalmente ho abbondato le tradizionali tecniche e da alcuni anni eseguo la tecnica mini-invasiva per il trattamento della fistola sacro-coccigea. Purtroppo, in molti centri questa tecnica non viene eseguita ed è per questo che vengono proposte solamente le tecniche tradizionali (asportazione con chiusura primaria o con chiusura per seconda intenzione ed asportazione con utilizzo di lembi cutanei).
Buona giornata.