Utente 355XXX
Salve ho 28 anni e a causa del mio reflusso sono costretta a dormire con un doppio cuscino.negli ultimi mesi sono in un periodo di forte stress psicofisico.da più di un mese sono costretta a svegliarmi di notte poiché all'inizio erano fitte alla mano sinistra e nello stesso modo fitte nella parte posteriore della spalla tra la colonna vertebrale e la scapola.non ho curato in nessun modo tutto ciò che si è accentuato portando dolore a tutta la zona sinistra,compreso un bruciore del petto,del braccio e a volte sento quasi un dolore sordo proveniente dal polmone.un anno fa ho fatto un RX toracico tutto nella norma.in più negli ultimi tempi si è aggiunto un forte dolore nella parte bassa della schiena sinistra come se avessi una serie di aghi tra la colonna e il fianco.riesco a riconoscere il punto esatto del dolore solo al tatto,sono zone molto dolenti al tatto e tra la scapola e la colonna la zona diviene subito rossa dopo averla toccata.tutti i miei sinto mi si accentuano notevolmente di notte provocando addirittura bruciori al petto,fitte alle mani.sono spaventata temo possa essere qualche organo interno ad avere qualche problema.o qualcosa di piú grave.cosa potrebbe essere?in attesa di una risposta ringraziò anticipatamente
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Una delle possibili cause potrebbe essere una irritazione di una radice nervosa a partenza dal tratto inferiore del rachide cervicale, ma non si può escludere la sindrome del tunnel carpale. Come vede già da due sole ipotesi, trascurandone altre, serve a poco sapere "cosa potrebbe essere" (vi sono sintomi comuni a patologie diverse, ma queste hanno cure diverse) , perché bisogna invece arrivare a capire "cosa è". Non basta leggere la Sua descrizione per capire e fare la diagnosi, e ha anche poco senso trascurare disturbi che persistono "da più di un mese". Ne parli con il Suo medico curante, che è il Suo primo punto di riferimento per qualsiasi problema di salute, che dopo averLa interrogata, ascoltata e visitata, deciderà eventuali accertamenti e/o visite specialistiche.
Cordiali saluti