Utente 404XXX
Salve,

Faccio una breve premessa; Circa il mese scorso ho contratto la candida in seguito ad un rapporto NON occasionale, purtroppo trovandomi all'estero (giappone) mi sono dovuto rivolgere ad uno specialista locale, il quale, capito subito il problema, mi ha dato 2 pomate da applicare mattino e sera fino ad esaurimento, circa 7 giorni. il tutto risolto con piena efficacia, puntini rossi sul glande scomparsi e prurito anche..

In questo periodo avverto un dolore nella parte bassa dell'inguine, lato destro, circa 2 cm dalla base del pene che talvolta sembra interessare anche il testicolo destro...il problema, o meglio, la cosa che più mi fa allarmare è che, toccando con mano la parte interessata, sembrerebbe leggermente più gonfia rispetto al lato sinistro della stessa zona, oltretutto dopo aver tastato la zona interessata il dolore o meglio, fastidio, inquanto non è un vero e proprio dolore, men che meno insopportabile, si estende alla punta e al contorno del glande come una sensazione di "pressione" leggera, una strana "sensibilità" della punta del pene e del glande...

Aggiungo inoltre che faccio attività fisica almeno 4 volte a settimana e pratico anche sport abbastanza stressanti per la zona interessata, quali, arti marziali...infatti inizialmente attribuivo il dolore ad un movimento "sbagliato" o quanto meno uno sforzo..ma allora perchè questa "sensibilità" e questa strana sensazione alla punta del pene ed al glande?

Vi ringrazio fin da adesso per l'attenzione e spero di riuscire quanto prima a sottopormi ad un controllo, considerando che sono tutt'ora all'estero..

PS: ho riportato l'episodio della candida per fornire un quadro più completo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non vedo alcuna relazione tra la candidosi,peraltro curata,e la sintomatologia a carico del testicolo,a differenza di quanto riferisce sul glande.Non potendo vedere di persona,non é possibile ipotizzare altro.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 404XXX

Iscritto dal 2016
Carissimo Dott. Izzo,

innanzitutto grazie mille per il suo tempestivo interessamento, le faccio un'ulteriore domanda; Escludendo il dolore nella parte inguinale, da cosa potrebbe dipendere questa sensibilità eccessiva alla punta del pene e talvolta intorno al glande?

Mi suggerisce qualche analisi specifica da poter fare in loco, quale, urinocoltura o analisi del sangue specifiche?

La ringrazio molto
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...può anche eseguire una urinocoltura ed un tampone del secreto balanico.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 404XXX

Iscritto dal 2016
Seguirò il suo consiglio, la ringrazio molto..