Utente 107XXX
Gentili dottori
vi scrivo per avere un parere. Avevo già postato il quesito nell'area medicina dello sport ma mi è stato consigliato di ripostarlo in quest'area.

Venerdì 4 giocando a calcetto ho subito un colpo alla caviglia destra durante un contrasto. Il dolore è stato abbastanza forte tanto che non sono riuscito più a terminare la partita. Io ho solo sentito dolore e mi sono accasciato, ma chi ha visto la scena ha detto che la caviglia si è piegata. Tornato a casa sulle mie gambe ho applicato ghiaccio e messo voltaren. Alla sera si è gonfiato e non riuscivo a poggiare il piede a terra nè a camminare correttamente. Stessa cosa dicasi per la giornata di sabato in cui ho usato le stampelle per poter camminare. Domenica le cose andavano meglio: ho abbandonato le stampelle anche se il dolore era comunque presente ma in tono molto minore. Presente anche gonfiore ma meno rispetto a sabato. Per sicurezza sempre domenica sono andato al ps dove mi hanno fatto i raggi. Il referto ha escluso fratture. Mi hanno detto di proseguire col ghiaccio e voltaren e di lasciarlo libero.

Ad una settimana dall'avento cammino molto meglio, anche se l'ematoma è ancora presente ai due lati del piede, sul collopiede e sulle ultime tre dita, il gonfiore è del tutto sparito, e permane un senso di addormantamento quando sto o troppo seduto o troppo in piedi. Il mio medico curante mi ha prescritto hirudoid due volte al giorno finchè non passa l'ematoma.
Sto leggendo però di rischi di trombosi, embolie. Gente che è addiruttra deceduta.
Come mi devo muovere? non so se è suggestione ma è come se facessi fatica a respirare

Grazie anticipatamente per il tempo che mi dedicherete

Cordialità

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Sailis
36% attività
12% attualità
16% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

una distorsione di tibio-tarsica provoca sempre una distensione della capsula articolare e dei legamenti della caviglia.
il mio comportamento e' di immobilizzare sempre l'articolazione, il tempo di immobilizzazione varia in base alla gravita' della distorsione.
Segua la terapia del suo curante, senza forzare l'articolazione fino a quando avverte dolore.
Posso consigliarle l'uso di un gambaletto elastico a media compressione che le permettera' di evitare il gonfiore articolare.

un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 107XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la risposta, dott. Sailis.

Le cose vanno molto meglio.
Solo che l'altra sera mentre ero in strada ho messo il piede in una buca e il piede si è piegato verso l'interno provocandomi dolore. (Maledette buche e maledetta sfortuna!!)

adesso dopo due giorni continua a farmi male, ma solo se lo piego verso l'interno. Cammino normalmente....spero non sia nulla di che.

Cordilità