Utente 306XXX
Circa 10 giorni fa a causa di una banale pallonata alla mano sinistra il polso si è piegato dal basso verso l'alto e sin da subito ho potuto riscontrare dolore e un lieve gonfiore.
Recatomi al pronto soccorso dopo una radiografia e una tac al polso (forse dalla rx non riuscivano ad identificare chiaramente la presenza di fratture) la diagnosi è stata la seguente: frattura composta metafisi distale radio sx e apofisi stiloidea ulnare.
In seguito mi hanno applicato il gesso da portare per 4 settimane.

Passo ora al mio quesito: per ragioni lavorative avrei la necessità di sostituire il gesso con un tutore ortopedico per tutto il periodo di immobilizzazione dell'arto; è una strada percorribile? Per l'acquisto del tutore dovrò farmi consigliare dall'ortopedico che dovrà anche provvedere ad applicarlo?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

la sostituzione del gesso con il tutore è possibile, ma va fatta solo se non ci sono rischi di scomposizione della frattura.

Pertanto, dipende dal tipo di frattura e dal tempo trascorso.

10 giorni mi sembrano pochini....

In ogni caso, tale decisione (circa il tutore rigido per polso) va presa dall'ortopedico che la sta seguendo.

Buona giornata.