Utente 302XXX
Gentili dottori, sarò breve : io sono in cura dal 2014 dopo un IMA e sempre sotto controllo (ultima una vistta cardilolologica di controllo dell'altra settimana);
prendo tutti i farmaci del caso e non fumo più; tuttavia a volte, come stasera mi sorgono paure se ascolto un sintomo inusuale.
Sono stato dal dentista il quale , dopo un'anestesia locale molto dolorosa e altrettanto taglio di parte della gengiva per poter risistemare una protesi , sentivo, finito l'effetto dell'anestesia un folte dolore di denti ma dovevo tornare ancora acasa poter prendere un antidolorifico. Mentre ero in taxi (perchè in pulman non ce la facevo causa dolore..) sarà stata la suggestione causata dai pensieri , improvvisamente ho sentito un improvviso sudore freddo sulla fronte e mi sono spaventato pensando (sarà il cuore ?) ...Tornato a casa ho misurato la pressione : all'inizio era 145/90/88 ma poi rilassandomi è scesa a 110/85/76 normalizzandosi . Secondo voli cosa è stato ? Il solito attacco di panico (io sono tra l'altro in cura con psicologa, gocce di xanax al bisogno e sertralina dopo il 2014) ? Grazie , saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
mi pare che lei abbia posto una diagnosi azzeccata... attacco di panico, che potrebbe anche esser stato facilitato dalla arrenalina contenuta nell anestetico

arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio sempre per la Sua infinita pazienza , professionalità e tempestività confortante delle sue consulenze e mi scuso :
purtroppo non ho ancora, a distanza di 2 anni (e nonstante i mille controlli ai quali mi sottopongo spesso ....), superato psicologicamente il trauma .....ho il terrore sempre di una recidiva e la sindrome ossessiva di tenere le cose almeno "sotto controllo" pur razionalmente sapendo che nella vita nessuna certezza vi è .......in nulla ... solo nella morte .....
D'altra parte quel maledetto giorno di 2 anni fa uno dei sintomi che ebbi fu proprio il "sudore freddo" .... ma in effetti anche altri .....
Ritengo, ad ogni buon conto, che forse dovrei accettare l'idea della Signora Morte con lietezza e rassegnazione dato che in fondo tutta questa vita terrena, salvo rari momenti di gioia e forti emozioni (specie in gioventù ...), è piena di strade spesso difficili e accidentate e, a mio modesto avviso, forse a causa della mia scarsa fede, è un'esperienza senza senso .....una pura "illusione continua" ......un terno al lotto che mai arriverà mai.....
Solo abbracciando l'idea della Morte (tra l'altro intesa come liberazione dalla "prigionia del corpo fisico" ....) tutti i miei disturbi psicosomatici derivati e le mie paure cesseranno e nessun senso avranno più.
Grazie ancora di tutto e buona serata aLei, dottore.

P.S. : accetto volentieri eventuali suoi commenti di qualsivoglia "colore" in merito a tutto quanto da me ora affermato.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Vede, lei fa un sacco di discorsi ma non sa di cosa parla.
Venga in pediatria dove due volte alla settimana vado a fare le consulenze: vedrebbe bambini che hanno i giorni contati.
Si vergogni delle idiozie che scrive sulla signora morte, si vergogni.
Trovi un bravo psichiatra , dia retta.
Io non le risponderò' più.

vergogna


cecchini
[#4] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
Mi scusi dottore ma non riesco a capire perchè Lei si sia adirato con tale veemenza nè perchè dovrei vergognarmi per ciò che penso .....ognuno è giusto che abbia una visione libera e personale della vita e della morte ... non ho insultato alcuno (tanto meno lei del quale, tra l'altro, ho sempre apprezzato la professionalità e disponibilità...) ed ho immenso rispetto per la sofferenza altrui; anzi, sono sempre stato il primo nella vita ad aiutare, assistere e metteremi nei panni di chi aveva bisogno (sicuramente penso di esser più cristiano di molti altri nei fatti e non solo nelle parole....) .
Fondamentalmente ho solo affermato che :
1) forse non ho fede a sufficienza e non riesco quindi ancora a capire il significato dell'esitenza umana che a volte mi appare ingiusta, spietata ed illusoria;
2) le mie paure sono evitabili non temendo la morte (destino di tutte le creature viventi) ma anzi rispettandola ed accettandola (solo così potrò guarire dalle eccessive e ossessive paure che ho....) ;
3) la vita è dura per tutti ed io sono da sempre fondamentalmente stato un "esistenzialista" ma se la odiassi (la vita) non cercherei di restarne aggrappato e ri cercando soluzioni per guarire e vivere meglio e serenamente;
4) il corpo (ritengo) sia la prigione terrena dello spirito ma ciò non ci impedisce di vivere, finchè possiamo, al meglio e senza paura godendo delle rare gioie piccole e grandi della vita;
5) altrimenti, mi scusi, perchè cercherei di curarmi accuratamente (addirittura ossessivamnete) e affidarmi a voi medici se non per vivere al sicuro e prevenire malattie e paure ?.........
Se non vuole replicare, per carità, non lo faccia, ma ritengo di aver meglio chiarito ora il mio pensiero e la saluto ugualmente con la stima di sempre.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
mi pare che lei abbia posto una diagnosi azzeccata... attacco di panico, che potrebbe anche esser stato facilitato dalla arrenalina contenuta nell anestetico

arrivederci

cecchini