Utente 368XXX
salve vi scrivo nuovamente per avere dei consiglio rispetto alla mia situazione , in breve all incirca due mesi fa esercitai sul mio pene una eccessiva pressione sulla parte laterale e fronatele sx del pene , nelle settimane successive non ho notato nulla che non andasse , a livello di funzionalità , ma ad un certo punto avvertii dei fastini nei punti in cui applicai stupidamente troppa pressione , ed allora notai due cose : un lato del mio pene aveva perso la sua natura forma culvilinea ed ora era innaturalmente dritto , mentre la seconda era che la parte esterna in prossimita della base si avverte una specie di depressione , molto evidente quando il pene da flaccido va in erezione in quanti si nota una differenza di riempimento rispetto alla parte destra del pene , tuttavia quando il pene e completamente eretto la differenza di rimpimento si nota molto meno ed il pene appare dritto.

Sono stato visitato da 4 medici ; il mio mendico di famiglia piu 3 urologi , al secondo che ho visitato provatamente (primario) ho mostrato le foto del mio pene in erezione , dal alto da destra e sinistra , ed in piu qualche foto che evideziasse il problema di cui sopra , ma anche in questo ultimo caso l'urologo dopo avermi visitato (palpazione) non ha riscontrato fibromi o altro , non rieso a trovare pace perche continuo a notare questa anomalia dei tessuti del mio pene ed a vertire fastidi sempre in quelle zone , ma fino ad ora non sono riuscito a farmi comprendere dai medici che ho visitato , ho il terrore che questi tessuti che hanno perso flessibilita possano con il tempo trasformarsi in placce , ho effettuato una visita di controllo urologica in cui il medico mi ha visitato , sul referto della visita ha sostanzialmente scritto che non cerano placce da IPP e mi ha prescritto una cura con del peryonex per 60 g una pasticca al giorno divendomi che non è niente e che il trauma passera con il tempo , io ad ognuno di questi giorni o chiesto di potere fare un esame ma nessuno di questi medici lo ha ritenuto necessario.

la mia paura è che la mia situazione sia stata sottovalutata da tutti i medici che ho incontrato , io ho tentato di tutto dalle foto a spiegare a come siano andati esattamente i fatti nono stante le rassicurazioni continuo o temere che prima o poi si formeranno delle placche sempre piu dure , potreste darmi la vostra opinione sulla faccenda e consigliarmi sul dafarsi io non so piu a chi rivorgermi saluti e grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,se quattro specialisti non hanno ritenuto di procedere con ulteriori approfondimenti dopo la visita,non potremo certamente essere noi,da questa postazione telematica,a poter cambiare la diagnosi,né,tantomeno,la strategia terapeutica. Tranquillo.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2015
le sono immensamente grato per la sua risposta , se permette vorrei rubarle un secondo , se l'esito di un trauma al pene è per lo piu imprevedibile non mi spiego come "i miei" medici siano cosi certi della loro diagnosi e per lo piu senza un esame (ecografia , ecodopler ecc), è questo che mi manda ai matti, ma io non sono un medico e sono ignorante lei cosa ne pensa?
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...il trauma penieno di rilevanza clinica,si evidenzia facilmente e non lascia spazio a dubbi che,in nessun controllo sono peraltro comparsi.
Se anche nel controllo privato,il collega non ha ritenuto di eseguire un'ecocolordoppler,dormirei sonni più che tranquilli.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2015
la ringrazio per il suo tempo , seguiro la cura datami dal mio medico e saro paziente e speranzoso.

la ringrazio per il suo tempo.
[#5] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2015
dott. Izzo non so se leggera questa replica alla discussione di ormai 2 mesi fa , comunque se mai Lei dovesse (o qualsiasi altro collega del sito che vorra aiutami) leggerla vorrei aggiornarla sulla situazione , dopo quasi 2 mesi di cura le cose sono migliorate , alcuni punti hanno ripreso flessibilità e la conca sulla parte sinistra sembra essere sempre meno profonda , penso che continuero con la cura per un altro mese per vedere se le cose miglioreranno ulteriormente detto questo ho fatto delle foto all area interessata , mi potrebbe dare una sua valutazione sulla gravita del danno e sul tempo di una sua eventuale risoluzione , se mi fornisce un recapito mail
le faro avere le foto.

salve

[#6] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...come previsto,il quadro clinico é in via di risoluzione completa.Se vuole,può inviare delle foto al recapito mail indicato in fondo.Cordialità.
[#7] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2015
le ho inviato la mail