Utente 277XXX
Gentili dottori,
sono stato più volte vittima di infezioni,queste avute e per rapporti sessuali non protetti e per una predisposizione a prendere germi essendo una persona alquanto stressata, in cura con psicofarmaci da 4 anni,quindi deduco con delle basse difese immunitarie.
(Una domanda,anche se è ormai acqua passata:avendo dei fastidi al pene,tipo prurito,e come patologia dopo tampone "streptococco beta emolitico di gruppo B" essendomi stata più volte prescritta la terapia antibiotica,ne valeva la pena??)
Ad ogni modo dopo un rapporto non protetto avuto st'estate ho iniziato ad avere dei fastidi,ma non perdite,e essendo già stato in passato "facile" alla clamydia mi è stato prescritto Zitromax 500 x 3 giorni,farmaco già preso in passato.
Il fatto è che ultimamente provo dolore quando eiaculo durante un rapporto (non sempre) mentre se eiaculo dopo un rapporto orale provo più fastidio che piacere.
Il dermatologo ha detto che ho una strana forma del meato,come se vi fosse una biforcazione.
Ora io avendo già dei problemi più gravi volevo solo capire se è una "deformazione" di entita lieve e se l'unico modo per sistemare il quanto sarebbe un'eventuale operazione,fermo restando che sarei molto ma molto scettico...cioè è come se avessi un naso storto e pace all'anima o in effetti questi miei fastidi possono essere provocati da questo meato strano cui mi è stata fatta anche una spiegazione con un disegno?
Che possa aver inciso che fino a 5 anni avevo la pelle tipo attaccata alla cappella diciamo?Inoltre nella mia vita avrò fatto senza esagerare 30 tamponi uretrali,che siano stati causa di questa deformazione?
Grazie mille per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Moiso
28% attività
0% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
gentile utente,
alterazioni della forma del meato uretrale non sono valutabili se non attraverso una visita diretta cui la invito a sottoporsi. Più che i tamponi uretrali le flogosi uretrali ripetute possono alterare la mucosa uretrale in modo tale dal modificare il getto urinario. Può essere utile iniziare con un banale esame uroflusso metrico.
Cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
La forma del meato uretrale esterno val bene una visita.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

il meato uretrale esterno potrebbe mostrare alcune anomalie, il piu' delle volte di scarso significato clinico, qualche volta però capaci di favorire infezioni uretrali.
nel sospetto dovrebbe chiedere una visita urologica in modo tale che lo specialista possa valutare se la sua ipotetica "anomalia" del meato possa essere identificata con una semplice osservazione, con un delicatissimo sondaggio o mediante la effettuazione di un radiografia.
Questo, a mio parere, è l'unico modo per chiarire il dubbio che lei ci pone
cari saluti