Utente 265XXX
Gentilissimi, buon pomeriggio

sono un ragazzo di quasi 30 anni, e ho bisogno cortesemente di un consulto importante. Parto dal presupposto che, quello che racconterò per me è motivo di enorme imbarazzo, a prescindere dalla mia richiesta. E non so quanti di voi, e soprattutto quali medici mi vorranno rispondere, con la speranza di ricevere un riscontro che per me possa essere significativo. Mi auguro vivamente di non ricevere offese e/o mancanze di rispetto, per quello che scriverò. Vado al dunque, senza troppi giri di parole: sono un ragazzo omosessuale, e lo dico chiaramente per la richiesta che sto per esprimere. Lo scorso lunedì 2 maggio ho avuto un rapporto sessuale con un altro ragazzo, ma escludo subito la penetrazione in quanto non si è verificata. Tuttavia, lui mi ha praticato del sesso orale non protetto (già per questo mi sento un perfetto coglione), e appena è terminato l'atto (a mio avviso, direi molto intenso, forse anche troppo) dopo aver raggiunto l'orgasmo, ho immediatamente avvertito un po' di fastidio al pene (ammetto di aver avuto un erezione forte). Un fastidio che solo quel lunedì, è stato di intensità maggiore, per poi diminuire ma non passare. Ora il problema è questo: dal giorno seguente, ho un disturbo lieve, ma al tempo stesso fastidioso, che percepisco al tatto, quando mi capita di toccarlo; sono come delle fitte, delle puncicate. Ma le avverto anche se ho un erezione, o durante il movimento del prepuzio del pene (sono circonciso). Non so se può dipendere da un fatto di sensibilità del glande, e non sapendo se può essere qualcosa di serio, ma spero di no, durante la settimana ho evitato di praticare la masturbazione per non farmi male da solo. Fortunatamente, al momento, è solo fastidio e mi auguro che non si trasformi in dolore. Pertanto cercherò presto di fare un ecografia, e in base all'esito, risolvere poi il problema con una cura che mi aiuti. Ci tengo inoltre a precisare che quando devo urinare, non ho alcun problema, e il referto delle analisi delle urine di stamane, è risultato buono. In attesa di sottopormi a una visita più accurata e approfondita con un specialista, nel frattempo spero di avere delle risposte per questo disturbo. La preoccupazione c'è, ed è parecchia.

Grazie per la disponibilità,
Cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
G.le utente
Se non vi sono alterazioni cutanee, secrezioni, bruciori minzionali o altro, può essere una conseguenza di un rapporto orale energico. Una dolenzia che è rimasta a seguito di una contusione. L'ecografia non servirà a niente. Valuti se insorgeranno segni irritativi a livello del glande o sintomi minzionali nei prossimi giorni. A presto
[#2] dopo  
Utente 265XXX

Iscritto dal 2012
Energico è proprio il termine più azzeccato, Dr. Bottai. La ringrazio per la sua risposta, molto gentile. Colgo l'occasione per chiederle due cose: se il fastidio, andrà via da solo nei prox giorni, o se è necessario che prenda qualcosa? Ad esempio, avevo provato a prendere una Tachipirina prima, e un Oki poi, ma non hanno fatto un granché, anzi credo nulla. La seconda cosa, più intima, se posso masturbarmi lo stesso, o se è il caso che aspetto ancora qualche giorno per evitare rischi inutili. Grazie ancora Dottore.
[#3] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Il fastidio andrà via da solo. Per la masturbazione aspetti ancora qualche giorno per non sollecitare ancora di più l'organo già dolente. A presto
[#4] dopo  
Utente 265XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille Dottore per le sue risposte :) è stato davvero utile e molto disponibile.. Ora sono molto più tranquillo :) in futuro saprò a chi affidarmi, se necessario..
[#5] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
A presto!!!