Utente 869XXX
Salve a voi stimati medici,
Sono un ragazzo di Roma, di 18 anni, ma a differenz dei miei coetanei io sto riscontrando problemi abbastanza incombenti circa il rapporto sessuale.
Partiamo dal presupposto, io ho cominciato la mia "via sessuale" intesa come mastrurbazione) intorno a 10 anni, poichè avevo amici più grandi che ovviamente già conoscevano determinate cose. Non ho mai avuto problemi di erezione nell'autoerotismo, anzi, credo di mantenere l'erezione per molto tempo e l'eiaculazione è tutt'altro che precoce. Col passare degli anni le cose non sono cambiate, anche quando ho avuto rapporti orali con persone dell'altro sesso. Nei cosiddetti "preliminari" (scusate la terminologia medica alquanto scarsa, ma non saprei come definirli) non ho mai avuto problemi, nel senso ch ho sempre avuto erezione ed eiaculazione (che come dicevo avviene dopo un tempo maggiore di quello che succede normalmente, in media 10 minuti senza pausa), ma il problema sorge quando il mio pene deve penetrare nella vagina. nel momento in cui devo farlo sento come un flusso di emozioni e di ansie che mi catturano e che immediatamente fanno ammosciare il mio organo sessuale, con effetti non irreparabili (dopo altri preliminaridi minuti e minuti torna eretto). Il problema è che è gia la terza volta che mi succede, cioè la terza ragazza con cui mi spingo oltre il sesso orale, poichè di esperienze orali ne ho avute molte di più.
Ora, forse su quest'ultima con cui ho provato potrei dedurre anche io quale sia il problema : che non mi attrae caratterialmente ne fisicamente. Ma con le altre due non saprei proprio, calcolando che è avenuto un anno e due anni fa.

Non credo che il mio problema sia medico (o almeno spero con tutto il cuore) bensì psicologico. Forse sono tutte quelle domande che uno si fa che mi causano questo : le piacerà? sarò all'altezza? è abbastanza grande? ecc ecc
Il bello è che quando penso a questo mentre mi fanno i preliminari, anche se l'ansia è molta, il pene non si ammoscia, bensì se ne infischia del mio cervello e opera bene.
Allora perchè succede proprio quando devo penetrare? Cos'è che mi frena? Disturbno psicologico o medico? Necessito aiuto.

Cordiali Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro ragazzo è normale che ai primi rapporti completi ci sia un pò di emozione ed anzia, provi ad affrontare la sua vita sessuale con naturalezza, ovviamnete se il problema dovesse persistere nonesisti a consultare un andrologo per potere discriminare tra un problema di tipo psicologico od organico
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro Utente,
L' esplorazione di territori ignoti e favolosi come la sessualità danno un po di ansia. Ma che ne dice di visita andrologica, anche se non salta fuori nulla se non altro saprà che è sano e non dirà "speriamo che non sia un problema fisico".
[#3] dopo  
Utente 869XXX

Iscritto dal 2008
Proverò, ma è già la terza ragazzo con la quale faccio "flop", e questo mi crea un disturbo tutt'altro che irilevante, aumentando mano a mano la mia paura per ciò che si aspetta il mio partner.

Quest'ultima poi ne è rimasta alquanto scioccata e delusa, aumentando considerevolmente la mia fobia, ed è per questo che vengo a scrivere qui.

Ho pensato a prendere delle pillole per stimolare un erezione duratura, oppure a praticare,scusate il termini di nuovo scurrile, sesso con una bambola gonfiabile, ed infine rivolgermi ad un andrologo.

Cordiali Saluti
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egregio signore,
essere paragonati all' efficacia di una bambola gonfiabile, lascia un po così.
Le consiglio uno di noi, lasci perdere l' automedicazione