Utente 389XXX
Buonasera,
Vi contatto in merito al mio problema: anni fa feci degli sforzi fisici..il giorno dopo non riuscii più ad alzarmi dal letto...mi diedero delle cure cortisoniche ecc...Due anni fa feci una RM vi riporto il referto:"Riduzione di ampiezza e di segnale per fenomeni di tipo degenerativo a carico dei dischi intersomatici L4 L5 e L5 S1.Lieve spondilolistesi di L4 su L5.A tale livello si aprezza una irregolarità delle superfici articolari inter pofisiare, compatibile con fenomeni di artrosinovite.Modesta protusione circoferenziale della disco intersomatico e L4 L5 che impronta leggermente il sacco durale.A livello intersomatico L5-S1 si apprezza un ernia discale endocanalare mediana-paramediana a dx, a sviluppo discendente, che impronta il sacco durale e la tasca radicolare dx S1. A entrambi i suddetti livelli la spongiosa subcodrale delle limitanti contigue presenta un alterazione di segnale, iperintenso sia in T1 che T2 compatibili con fenomi degenerativi(modic II). Tutto il resto nella norma".
Il mio quesito è:Nella mia situazione posso migliorare?c'è qualcosa che posso fare?quali possono essere ulteriori esami e cure? un futuro posso peggiorare arrivando anche ad una paralisi?
Grazie x la cortese attenzione
Cirdiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Konstantinos Martikos
28% attività
20% attualità
12% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
La RM descrive delle alterazioni patologiche tra la quarta e quinta vertebra lombare (discopatia degenerativa associata a spondilolistesi che vuol dire scivolamento) e discopatia degenerativa di entità marcata tra la quinta vertebra ed l'osso sacrale.
Il mio consiglio è di eseguire una visita specialistica, preferibilmente da un ortopedico chirurgo della colonna vertebrale. Prima di proporre eventuali cure o ulteriori esami bisognerebbe eseguire un accurato esame obiettivo della colonna vertebrale e degli arti inferiori e vedere direttamente le immagini radiografiche.
Sinceramente non credo che ci sia rischio la paralisi, come ha accennato nel suo testo, ma potrebbe essere un quadro da seguire in ambito specialistico nel tempo.