Utente 276XXX
Salve

Gentili dottori voglio porre un quesito ! In questi ultimi giorni ho sofferto di diversi problemi . Iniziamo la storia da Maggio ( essendo un soggetto allergico ho naturalmente risentito di tutti i mali di stagione ) Ho preso la febbre e poi per un mese curato anzi alleviato l'allergia con i soliti anti staminici.

Questa premessa per arrivare al problema che ho avuto durante quasi tutto il mese di Giugno. All'improvviso mi si sono tappate le orecchie , completamente , cioè non sentivo proprio più nulla. Ho eseguito una visita dall otorinolaringoiatra che mi ha riscontrato timpani retratti ,causa probabile catarro che otturava tutto. Mi ha prescritto una cura Aerosol con dei medicinali inseriti 2 volte al giorno che sto facendo.

Cosa centra la cardiologia? Da 3 giorni ( le orecchie sono tornate alla quasi normalità ) ma soffro di un fortissimo dolore al torace ( al centro del petto ) il dolore inizialmente 3 gg fa era molto forte e continuo nel corso di questi due gg è un po diminuito e ad oggi persiste sia al torace che al braccio sinistro ma solo esercitando pressione.

Ieri mi sono recato al pronto soccorso su consiglio del medico di base per eseguire i controlli del caso per il dolore al petto e al braccio sinistro.

In sede di pronto soccorso mi hanno fatto le analisi , l'elettrocardiogramma e i raggi al torace. Dopo ore e ore di attesa il medico mi ha detto che da quei primi controlli non risulta niente di rilevante ma che avrei dovuto aspettare ancora per ripetere le analisi del sangue dopo 3 ore ( per procedura )

Si erano fatte intanto la 1 di notte ed era dalle 18.00 che ero seduto nella sedia. Mio malgrado e visto che ai primi controlli il medico mi aveva detto che era risultato tutto negativo ho deciso di non attendere oltre ed evitare i secondi controlli ( analisi del sangue ) .

Il dolore intanto persiste. Ho fatto la premessa perché a questo punto credo possa trattarsi sempre di catarro e colpi di freddo ( considerando anche che di giorno sono sotto i 35 gradi e di sera scende vertiginosamente ) .

Vorrei un vostro parere in merito. Soprattutto visto che il dolore al centro del torace e del braccio sinistro persiste e ho sempre un senso come di sfossatezza.

Grazie tante

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Dovrebbe eseguire un ecocardiografia per escludere una pericardite.
Avrebbero gia' dovuto eseguirla in pronto soccorso

Arrivederci
cecchini
[#2] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la gentile risposta

Certamente avrebbero dovuto .. ma come detto ho aspettato oltre 6 ore e passata la mezzanotte non sono più riuscito ad aspettare .

I tempi della sanità sono davvero assurdi.

Parlerò con il mio medico curante eventualmente per farmi prescrivere l'esame e naturalmente lo farò a pagamento visto che non c'è altra soluzione.

Non so cosa sia la pericardite spero nulla di grave, detto ciò oggi il dolore sembra essere più lieve , addirittura quasi assente nel petto persistente nel braccio solo esercitando pressione.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
no, i tempi della sanjta pubblica sono ottim i in Italia, se non si saturano i pronto soccorso per sciocchezze
arrivederci

cecchini
[#4] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
MI scusi

Lei ritiene che Avere un dolore al centro del torace con riflesso al braccio sinistro per più di 2 gg siano " Sciocchezze " ?

Ritiene dunque che io non dovevo usufruire del SSN ( specialmente sotto richiesta del mio medico curante di base ) perché ho contribuito alla saturazione del Pronto soccorso?

Io ieri ho visto scene che definire vergognose è poco.

Persone ( anziane ) sedute in una sedia per oltre 4 ore aspettare un turno che non arrivava mai

Persone portate dalle ambulanze aspettare sedute per 3 ore prima di un primo controllo

Codici " Gialli " trattati dopo 2 ore dall'arrivo

e medici che si lamentavano che i medici curanti li mandavano al pronto soccorso per dolori come il mio.

Lei ritiene che siano sciocchezze queste? Quindi in Italia se io ho un dolore al petto ( che per inciso tutti i medici invitano a far controllare dai pronto soccorso ) devo tranquillamente rimanere a casa a far finta di nulla perché sono sciocchezze.

MI scusi ma ritengo la cosa " assolutamente non professionale " cosi come assolutamente indegno è quello che ho visto ieri al pronto soccorso di Taormina.

Me ne assumo ogni responsabilità ma ritengo sia vergognoso lasciare 3 soli medici in un pronto soccorso che copre un area dii oltre 50 mila abitanti Queste non sono sciocchezze sono vergogne.

Tornando al mio problema se lei ritiene che sia una sciocchezza allora mi scuso per averla disturbata se ritiene che il trattamento ricevuto ieri sia adeguato mi scuso per averla disturbata se ritiene che invece dopo oltre 5 ore di attesa avrebbero dovuto farmi loro l'eco cardiogramma allora possiamo continuare la nostra conversazione e magari darmi un parere " Medico " su Pericardite oppure Malanno dovuto ad altre ragioni , che per inciso anche se si tratti di nulla avrebbero dovuto trattare al 100 % e non lasciarmi in una sedia per oltre 6 ore dalle 19.00 alla 01.00 di notte.

Mi faccia sapere.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
gentile Signore,
dal momento che lei é ncora vivo significa che i medici che l hanno visitata avevano ragione e che quindi lei non ha niente di rilevante.
se poi mi vuol prlare mle del pronto soccorso di Taormina o di qulsiasi altra parte d Italia questo non é un problema che possa risolverglielo io.
a Pisa , oltre 100.000 abitanti, abbiamo 3 medici nelle 3 medicherie e le assicuro che la mortalita non varia da Pisa a Taormina.
la saluto

cecchini
[#6] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
dal momento che lei é ncora vivo ...

ora io non sono laureato in Medicina ma diciamo che non sono neanche uno sprovveduto e visto che il buon 99 % dei medici riferendosi ai segnali ed agli eventi sentinella riguardanti problemi cardiaci dicono tutti la stessa cosa

" Non sottovalutare gli eventi sentinella e recarsi al pronto soccorso per una valutazione IMMEDIATA da parte dei medici "

Non riesco a comprendere le sue parole.

Una simile frase detta da un Dottore specialista in Cardiologia
mi lascia perplesso .

Dal momento che sono ancora vivo non vuol dire che non possa avere alcun problema cardiaco ( ovviamente spero di no e non voglio per forza dire che i medici dovevano riscontrare qualcosa , ci mancherebbe altro ) discuto solo delle tempistiche d'azione di un pronto soccorso

Lei ritiene che sia una tempistica adatta 6 ore e neanche completo intervento? Io Rimango davvero sconvolto da quello che vedo e a questo punto leggo , ma voi avete idea che parlate della salute delle persone?!

Mah , guardi prima di scendere in toni inappropriati preferisco chiudere qua la discussione , chiaramente mi premurerò di segnalare le sue risposte ai moderatori del sito perché trovo inaccettabile leggere da un medico

" Dal momento che lei è ancora vivo ..... "

E' assolutamente inaccettabile .

Arrivederci
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
vede lei, a 36 anni, segnalava dei sintomi non certo sospetti di angina.
se poi lei invece di prendersela con la inadeguatezza da lei riscontratata nel PS della su citta, se la prenda con me invece che con i responsabili di quella struttura é certo singolare
Io le ho consigliato di eseguire una ecografia cardiaca nel remoto sospetto di una pericardite.
cosa che non é stata eseguita da chi l ha visitata di persona.
se la vuole prendere con me?
invece di ringraziarmi ?
bene se la prenda pure.


buona serata
[#8] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
Sembra proprio che lei legga " marginalmente " quello che le viene scritto. Non me la prendo con nessuno ne tanto meno con lei , La ringrazio per la prima e unica valutazione medica ed il seguente consiglio che mi ha dato che certamente seguirò e non voglio in nessun modo che il mio pensiero sia equivocato.

Ho solo risposto alle seguenti osservazioni da Lei fatte sulle tempistiche dei Ps.

Lei scrivendomi che " Facciamo perdere tempo ai PS. ha secondo il mio piccolissimo e ignorantissimo parere reso un servizio inappropriato

Non è possibile sconsigliare ad un qualunque paziente di 36 o di 70 piuttosto che di 20 di evitare di far perdere tempo ai PS.

Parliamo di eventi che possono essere nulla come possono essere sentinella , quindi il mio appunto si riferisce solo ed esclusivamente alle frasi
- Dal momento che non è morto
- I pS. hanno tempi ottimi se si evitasse di intasarli per sciocchezze

voglio ricordarle Egregio Dottore che noi non siamo medici e se un medico ci invita ad andare al PS per dei segnali che non lo convincono non stiamo intasando alcun PS e le ricordo inoltre che i PS Nazionali sono e devono essere a disposizione dei Cittadini , dal momento che le Guardie Mediche sono inesistenti e i medici di base molto spesso non hanno o non vogliono prendersi delle responsabilità.

Ripeto che non voglio alterare ne esagerare i toni di questa nostra discussione ma torno a dire che è inaccettabile rimanere seduti per oltre 6 ore in un PS e non ricevere un trattamento COMPLETO al problema medico che si è presentato.

Poi lei chiaramente può pensarla diversamente ma le chiedo di evitare di ripetere analisi del tipo " Non fate perdere tempo ai PS con sciocchezze perché a mio modesto parere è un consiglio sbagliato e molto molto pericoloso ( che mi sono permesso di segnalare ai moderatori della pagina ).

Libero di prendersela sul personale

Arrivederci e grazie per il suo consiglio sulla difficile ( ma comunque da verificare ) pericardia , consiglio che come detto seguirò.

Grazie buona serata.
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
In realta lera stato proposto di rimanere in PS altre sei ore perche da protocolli la curva enzimatica viene eseguita ogni sei ore.
per cio che riguarda il fatto che i PS debbano essere a disposizione dei cittadini per questo lo sono .
Le garantisco che é evenienza quotidiana i. riacontro di una miscellanea di patologie che al PS non dovrebbero neppure presentarsi.
Ho un mio caro amico che ha lavorato al PS di Monaco di Baviera, ed un giorno si lamento perche si erano presentati 11 pazienti in una notte. Nei nostri PS undici pazienti arrivano ogni ora.

la sa,uto

cecchini
[#10] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
gentile Signore,
dal momento che lei é ncora vivo significa che i medici che l hanno visitata avevano ragione e che quindi lei non ha niente di rilevante.
se poi mi vuol prlare mle del pronto soccorso di Taormina o di qulsiasi altra parte d Italia questo non é un problema che possa risolverglielo io.
a Pisa , oltre 100.000 abitanti, abbiamo 3 medici nelle 3 medicherie e le assicuro che la mortalita non varia da Pisa a Taormina.
la saluto

cecchini
[#11] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
E quindi una persona deve rimanere seduto in una sedia per 12 ore ! Capisco , non sono medico ma credo che a ragion di logica questa situazione sia completamente senza senso.

Ripeto , non sono medico ma non serve una lauera a capire che se c'è una routine di osservazione questa va trattata diversamente.

Ho lamentato e lamento uno scorretto trattamento delle persone da parte del Ps in oggetto. Vede dottore , le scene che ho visto con anziani ultra 70 enni seduti in una sedia ad aspettare per oltre 5 ore fino al punto da sentirsi male io le definisco inaccettabili e vergognose . Cosi come definisco assurdo leggere che si " intasano "
I Ps per sciocchezze. Consideriamo che non abbiamo tutti competenze mediche e se abbiamo eventi sentinella e su direttiva del medico di base ci esortano ad andare nei Ps uno che deve fare per non intasare come dice lei il reparto?

Il problema è che la sanità italiana ha tagliato troppo agli ospedale e a voi medici. Umanamente sono dalla parte di un medico di Ps che si vede arrivare molte persone e deve necessariamente gestirle tutte.

Quindi torno a dirle . Poca polemica personale , molta polemica sui fatti.

Nel ringraZiarla nuovamente per il consiglio ( sto già cercando uno specialista che mi faccia un eco cardiogramma ) le porgo i miei cordiali saluti pregandola di invitare tutti ad usufruire dei Ps ai minimi segnali d'allarme e non a pensare di non andare per non intasarne i processi gestionali.

Cordialità .