Utente 416XXX
Buongiorno,
Recentemente richiesi un consulto sulle dimensioni peniene al quale mi hanno risposto esaustivamente.
Facendo varie ricerche sul web, ho iniziato a sospettare di soffrire di fimosi non serrata e/o frenulo corto.
Da sempre, infatti, non riesco a scoprire il glande a pene eretto, mentre allo stato flaccido, con un po' di fatica, sì.
Nei rapporti ho sempre utilizzato i dovuti profilattici, sentendo, quindi, lievi se non nulli dolori.
Da qualche giorno sto praticando la ginnastica prepuziale, esercitandomi a scoprire il glande allo stato flaccido: in questa mia "terapia" ho intenzione di scappellare il pene prima allo stato flaccido, e quando non riscontrerò più difficoltà, anche in erezione.
Navigando su Internet, mi è sorto un dubbio: e se non si trattasse unicamente di fimosi, ma anche di frenulo corto? E se invece non riscontrassi alcun problema patologico?
Così, mi sto convincendo a prenotare una visita andrologica, ma riservo alcuni dubbi e paure:
-in questo caso è meglio consultare un andrologo o un urologo?
-Come avviene realmente la visita?
-Poiché il mio problema non è presente allo stato flaccido, ma in erezione, come fa il medico a diagnosticare eventuali problemi? Deve stimolarmi il pene al fine di renderlo eretto?
Grazie per l'attenzione
[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
4% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
G.le utente
Per tale problema, urologo o andrologo è la medesima cosa. Il medico si renderà conto subito se c'è una fimosi oppure no. Non c'è necessità di erezione durante la visita. E comunque si fiderá di quello che dice lei...Se in erezioni ha problemi a titre giù il prepuzio, significa che c'è un anello fimotico. A presto
[#2] dopo  
Utente 416XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille Dottore!