Utente 877XXX
Buona sera,
sono Daniele Di Garbo un ragazzo di 25 anni di Palermo, e da circa 4 anni che soffro di calcoli renali e dai controlli che ho fatto e uscito fuori che i miei reni hanno numerose cisti,ho in questi anni espulso diversi calcoli che ho fatto esaminare e sono costituiti da Fosfati e Carbonati, ho esguito diverse ecografie di controllo dove si evince che ve ne sono altri.
Nel 2005 ho eseguito l'esame di Scintografia per vedere la funzionalità dei miei reni e rientranno nella norma.
I dottori che ad oggi mi hanno visitato mi hanno detto che le mie cisti sono di tipo congenito e che non vanno toccate ma solo monitorate e che a causa di esse non posso intervenire per l'eliminazione dei calcoli ancora presenti.
Ho sempre esuguito una terapia basata sulla soluzione Swuhm e delle compresse di spasmex per periodi di 20g.g. circa intervallata da una paesa di due o ter mesi luna dall'altra.
Due settimane fa ho cominciato a urinare con abbondate presenza di sangue e dopo tre giorni circa sono iniziate le coliche prima altezza fianco sinistro dopo altezza rena sinistro che sono durate per ben due settimane fatta sempre la stessa terapia e bevendo circa 3 o 4 litri d'acqua al giorno.
Ora onestamente sono stanco e vorrei risolvere il problema definitivamente, vorrei farmi visitare in un centro SPECIALIZZATO vorrei dei consigli.
Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
0% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Caroi signore è opportuno indagare approfonditamente non solo sulla natura dei calcoli (quando li elimina) ma soprattutto sulla reale posizione dei calcoli nel rene in quanto essendo reni con più cisti potrebbero oltremodo soffrire per una presenza di calcoli specie se esi hanno un impatto ostruente nei confronti dei reni.
Le suggerisco in caso non l'avesse già fatto, di eseguire una nuova ecografia (visto che il quesito è stato posto circa 2 mesi fa) ed una rx urografia e di consultare un urologo al quale sottoporrà tali esami.