Utente 181XXX
Salve,
vi scrivo per chiedervi un breve consulto...
circa 6 settimane fa sono caduta con tutto il peso sul dito anulare della mano destra... (non al suolo ma diciamo a metà strada su una parete) la sensazione è che si sia piegato lateralmente dalla 2° falange.
Si è gonfiato, ma si muoveva anche se faceva molto male.
Un ortopedico mi ha fatto fare i raggi e non c´è niente di rotto.
Il movimento è normale e senza dolore, ma non riesco a distendere il dito totalmente e non riesco nemmeno a piegarlo totalmente. Il gonfiore è passato, ma la 2° falange è rimasta molto piú larga, come se avesse una piccola noce all´interno (in quel punto inoltre la pelle è visibilmente piú rossa)
Se provo a tirare il dito riesco diciamo a distenderlo un poco, ma fa molto male... stessa cosa per il piegamento "a pugno".
L´ortopedico dove sono stata mi ha detto di tirare il dito, massaggiandolo con una crema dipo voltaren... diciamo che se ci lavoro un po´ per una decina di minuti il dito torna dritto, ma poco dopo si ritira nuovamente.
Siccome inizio a non fidarmi molto... secondo voi è normale dover "tirare" il dito per farlo tornare dritto? Inoltre quando lo tiro fa davvero male!
Sono passate 6 settimane da quando é successo e inizio ad avere la sensazione che non tornerà mai come prima!
Dovrei andare da un altro medico? Ho letto che queste lesioni prima si curano meglio è... 6 settiman sono già troppo tempo?
Grazie per il vostro aiuto!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

non sempre l'ortopedico ha esperienza di chirurgia della mano.

Pertanto, le consiglio di farsi visitare da un chirurgo della mano, per escludere eventuali lesioni capsulo-legamentose, non visibili radiograficamente.

Buona giornata.