Utente 879XXX
CIAO HO 34 ANNI.
VOLEVO FARE UNA DOMANDA RIGUARDO UNA SITUAZIONE CHE VIVO DA TANTO TEMPO PENSANDO IN VERITA' FOSSE LA NORMALITA' DI TUTTI.
MI SPIEGO MEGLIO.
QUANDO SONO IN SITUAZIONE DI INTIMITA' CON LA MIA ATTUALE DONNA TENDO AD ECCITARMI COME E' NORMALE AVENDO UNA EREZIONE ANCHE DURANTE I PRELIMINARI.
E FIN QUI TUTTO BENE CREDO.
IL PROBLEMA E' IL SEGUENTE: DURANTE QUESTA FASE DI ECCITAMENTO PRODUCO UN LIQUIDO CHE SONO SICURO CHE NON E' SPERMA CHE SERVIREBBE FORSE A LUBRIFICARE GLI ORGANI GENITALI PRIMA DELLA PENETRAZIONE.
CREDO CHE IL TUTTO SIA ANCORA NELLA NORMA, IL PROBLEMA CHE NE SCATURISCE E' DATO DALLA QUANTITA' DI LIQUIDO LUBRIFICANTE PRODOTTO CHE E' VERAMENTE TANTO VISTO CHE RIESCO A BAGNARE NON SOLO LE MUTANDE MA ANCHE I PANTALONI.
QUESTO MI CREA IMBARAZZO SOPRATTUTTO SE A PUNTUALIZZARE E' LA MIA DONNA LA QUALE LA TROVO UN PO IMPACCIATA CON LA SITUAZIONE.
AD ESEMPIO FATICA AD AVERE RAPPORTI ORALI.
RIPETO FINO A QUALCHE TEMPO FA QUESTO PER ME NON ERA UN PROBLEMA PERCHE' PENSAVO FOSSE LA NORMALITA' DI TUTTI, CHI PIU' CHI MENO. PERO' ORA NO E' COSI VISTO CHE MI E' STATO FATTO NOTARE DALLA MIA DONNA COME UNA COSA NON TANTO NORMALE FORSE.
PER CONCLUDERE COSA DEVO FARE E' NORMALE QUESTO LIQUIDO LUBRIFICANTE ANCHE SE ABBONDANTE OPPURE NO?
RINGRAZIO PREVENTIVAMENTE DELLA DISPONIBILITA' E SALUTO ATTENDENDO NOTIZIE.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,
un eccessiva presenza di liquido preeiaculatorio può avere diverse cause ("costituzionali", infiammatorie od altro). In questi casi però, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la causa del problema e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare a livello diagnostico e terapeutico . Bisogna, a questo punto, consultare un esperto andrologo.
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#2] dopo  
Utente 879XXX

Iscritto dal 2008
IN REALTA' DI CONTROLLI NE HO FATTI MA NON MI HANNO SODDISFATTO.
SPIEGO UN PO LA SITUAZIONE.
HO PRESO APPUNTAMENTO CON UN UROLOGO (PERCHE' NON SAPEVO CHE BISOGNAVA RIVOLGERSI AD UN ANDROLOGO - SCUSATE LA MIA IGNORANZA) IL QUALE MI VISITA CON GUANTO LA PROSTATA E LO SCROTO (tutto ok) GLI PARLO OVVIAMENTE DEL PROBLEMA IL QUALE MI RISPONDE DICENDOMI CHE PROBABILMENTE LA SITUAZIONE NON E' NORMALE.
MI RACCOMANDA IL DEPROX 500 (UN INTEGRATORE) DUE COMPRESSE AL DI' E MI DICE DI FARE UNO SPERMIOGRAMMA NON PREOCCUPANDOSI DELLA ASTINENZA PREVENTIVA PRIMA DI
EFFETTUARE L'ESAME.
DI CONSEGUENZA IO FACCIO IL PRELIEVO UNA MATTINA DOPO CHE HO AVUTO UN RAPPORTO LA SERA.
IL REFERTO MI HA MESSO SUBITO IN AGITAZIONE VISTA LA QUANTITA' DI NEMASPERMI 30 milioni/mc L-> 70-120.
L'UROLOGO DICE SOSPETTA VARICOCELE, E RIGUARDO LO SPERMIOGRAMMA NON MI CHIEDE SE E' STATO ESEGUITO IN ASTINENZA OPPURE NO.
PREMETTO CHE NON AVERTO NESSUN DOLORE IN ZONA INGUINALE E SCROTALE DURANTE I RAPPORTI CHE NELLE FASI DI VITA QUOTIDIANA, POI HA AGGIUNTO DEGLI ESAMI DA FARE:
DOPPLER ED ESAMI EMATICI TESTOSTERONE – FSH – LH -PROLATTINA, IN PIU' DA ASSUMERE - A MIO AVVISO ARBITRARIAMENTE - UN ANTIBIOTICO UNIDROX 600, VISTO CHE NON ERA STATA ANCORA RISCONTRATA NESSUNA INFEZIONE.
DI FATTI HO ESEGUITO DA MIA INTENZIONE DOPO ESSERMI INFORMATO UN SECONDO SPERMIOGRAMMA CON LE DOVUTE PRECAUZIONI CIOE’ QUATTRO GIORNI DI ASTINENZA SEGUITO
DALLO SPERMIOCOLTURA E SONO RISULTATI: NEGATIVO LO SPERMIOCOLTURA (negativo per germi comuni e miceti) MENTRE MIGLIORATO LO SPERMIOGRAMMA NEL NUMERO DI NEMASPERMI DOSATO IN 45000 Elementi/mcl.
PER QUANTO RIGUARDA GLI ESAMI ORMONALI DELLE GONADI QUESTI SONO I RISULLTATI: LH 7.2 mlU/ml - FSH 5.4 mlU/l - PROLATTINA 16.8 ng/ml (Uomini 4.0 – 15.0___valore alterato in eccesso) – TESTOSTERONE 5.35 ng/ml.
DA PREMETTERE CHE UN PROBABILE IPOGONADISMO ERA GIA’ IN ATTO DA TEMPO CONFERMATO DA ESAMI EMATICI FATTI IN TEMPI PRECEDENTI (indagine endocrinologica refertando un ipogonadismo primario probabilmente in relazione con l'obesità): TESTOSTERONE LIBERO 9.00 pg/ml (Uomini 15.00 – 40.00___valore alterato in difetto) – SGBG 49 nmol/l (Uomini 6 – 37___valore alterato in eccesso), ALTRI VALORI NELLA NORMA.
IN SEGUITO HO ESEGUTO UN DOPPLER VENOSO DEI VASI SPERMATICI E RISULTA PRESENZA DI REFLUSSO PATOLOGICO I°GRADO SOTTO MANOVRA DI VALSALVA A CARICO DEL TESTICOLO SX, QUINDI VARICOCELE DI PRIMO GRADO.
QUESTO E' IL QUADRO CLINICO ATTUALE.
COSA NE PENSA?
E' PROBABILE CHE TUTTO COME HA GIA' DETTO SIA COSTITUZIONALE.
RINGRAZIO PREVENTIVAMENTE DELLA DISPONIBILITA' E SALUTO ATTENDENDO NOTIZIE.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
non ho ben capito la diagnosi di "ipogonadismo" che le hanno fatto, visti anche i parziali dosaggi ormonali inviati e le poche indicazioni dateci sul suo spermiogramma. Infine sul quesito principale che ci ha posto mi sembra che lei sia arrivato da solo alla diagnosi ma credo che tutto questo deve ulteriormente essere valutato in diretta da un esperto andrologo.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 879XXX

Iscritto dal 2008
LA RINGRAZIO PER LA DISPONIBILITA'
MI SENTO GIA' PIU' SOLLEVATO MA COMUNQUE FARO' UNA VISITA SPECIALISTICA ANDROLOGICA.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
comunque siamo curiosi e, se lo desidera, ci tenga informati sugli eventuali e futuri sviluppi del suo problema clinico.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com