Utente 884XXX
Buongiorno, tempo fa mi è stato diagnosticato un varicocele di 3°grado. Durante la visita urologica il medico, senza consultare l'esito dell'esame ecodoppler, mi ha detto che era da operare e non mi ha proposto la scleroembolizzazione. Gli ho chiesto perchè e la sua risposta è stata che non si fa quasi più perchè non è una tecnica efficace, che non poteva mettermi in lista per la scleroembolizzazione, mettendomi in lista per l'operazione chirurgica.
Dopo alcuni giorni ho deciso di non farmi operare e di cercare più informazioni, visto che l'atteggiamento del medico è stato assolutamente chiuso, grezzo e disagevole (in sintesi, non mi ha ispirato alcuna fiducia).
Attualmente ho richiesto una nuova visita (presso una struttura diversa ma sempre pubblica) che ho domani. Ora, sperando di trovare una persona un po' meno scorbutica, vorrei chiedervi come mi dovrei comportare se anche questo medico dovesse dirmi che lui non può mettermi in lista per quell'intervento.
Mi devo fidare? Se no, dove mi rivolgo?
A giudicare dalle informazioni che ho sembrerebbe che questo urologo mi abbia contato una palla colossale in merito alle percentuali di successo dei due interventi, anche se non considero certo internet una sorta di "vangelo" medico.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,aldila' delle "palle colossali",Le consiglio di afffidarsi al medico che Le ispira maggiormente fiducia,piuttosto che farsi Lei un'opinione sul web...Le percentuali di riuscita delle due tecniche non sono sovrapponibili,in quanto ci sono,a mio avviso,dei varicoceli che possono trarre un maggior vantaggio dall'una o dall'altra tecnica.Ci tenga informati dopo la visita. Non ciha detto nulla circa lo spermiogramma...Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 884XXX

Iscritto dal 2008
La rigrazio per la risposta e mi auguro che questo specialista sia quantomeno un pochino più esaustivo del precedente.

Preciso solo che la visita è stata esclusivamente visiva e non mi ha fatto fare alcuno spermiogramma o esame supplementare. Inoltre, l'ecodoppler precedente, non lo ha manco guardato.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Beh almeno uno spermiogramma glielo consiglierei.
[#4] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
il varicocele è da operare solo in due eventualità:
1) se è sintomatico (se cioè dà fastidi)
2) se è causa di sub-fertilità.
Le tecniche di scleroembolizzazione sono generalmente
eseguite dai radiologi e non dagli urologi.
Se va all'indirizzo www.giambersio.it troverà una
piccola monografia sul varicocele che penso possa esserLe
utile.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

purtroppo alcuni medici, forse per stanchezza, sono un po' scorbutici e frettolosi. Comunque in tali casi, fortunatamente, si possono cercare altre opinioni.
Come già le è stato detto da altri sarebbe il caso di effettuare una valutazione seminale ( almeno un paio di esami ) ed una attenta valutazione clinica prima di decidere se il varicocele debba o meno essere corretto.
La modalità, chirurgia o scleroembolizzazione, a mio parere son abbastanza sovrapponibili, dipende molto dalla esperienza e "serietà" dell'operatore.
A Genova non dovrebbe avere difficoltà a trovare soluzioni adeguate in entrambi i "settori"
cari saluti
[#6] dopo  
Utente 884XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno, sono stato operato qualche giorno fa con scleroembolizzazione. Tra qualche giorno avrò una visita di controllo ma volevo chiedervi se avere lo scroto gonfio è una reazione normale dopo l'intervento o se è il caso di notificarlo immediatamente al medico.


Grazie
[#7] dopo  
Dr. Raffaele Prudenzano
44% attività
12% attualità
20% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile Utente la risposta è sì, ma non mi sembra nulla di preoccupante.Comunichi al collega questo nuovo aspetto e ci faccia sapere.Che terapia di supporto post-scleroembolizzazione sta seguendo?
A presto

DR R Prudenzano
Resp. Serv.Rad-intervent.
PO V Fazzi Lecce