Utente 428XXX
Buongiorno,

sono un ragazzo di 34 anni.
Da circa un anno, non riuscendo a concepire, ho effettuato delle analisi insieme alla mia compagna.
La mia compagna ha tutti i valori normali.
Io non ho mai avuto problemi particolari al punto che mi sono sottoposto alle analisi solo per chiarire il motivo del non concepimento.
Dal mio spermiogramma è uscito che ho il liquido seminale con tutti i valori nella norma, per quanto riguarda gli spermatozoi invece:


Conc. <2 milioni
Motilità 0
Tutti gli altri valori n.a.
Ora deposito: 8.30
Ora esecuzione test: 12.30

Allarmato, ho consultato un andrologo il quale è rimasto sconcertato dallo spermiogramma in quanto il valore n.a. per lui non è interpretabile.
Mi ha chiesto se avessi avuto traumi particolari, ma che io mi ricordi non ho mai avuto problemi tranne la presenza di un varicocele e un pò di dirocele diagnosticato almeno 10 anni fa e mai curato perchè non dava problemi.
Il medico mi ha detto che comunque anche la presenza di un varicocele non giustificherebbe questi valori.

Il medico ha quindi prescritto un nuovo spermiogramma, spermiocoltura e analisi ormonali
I valori delle analisi:

FSH 10.7 (1.5-12.4)
LH 8.1 (1.7-8.6)
Prolattina 10.16 (4.04 - 15.20)
Testosterone 3.6 (2.5 - 8.36)

Potrei avere una vostra opinione in merito con questi dati?
Può effettivamente essere errato il risultato del lo spermiogramma che ho fatto?
Inoltre mi chiedo se un esame del genere a 4 ore di distanza sia attendibile.
Se sono infertile, può essere risolvibile la situazione?
Lo spermiogramma e la spermiocoltura la farò nei prossimi giorni.

Grazie, Andrea

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

ripeta l'esame e, se confermati i dati qui presentati, bisogna allora iniziare una preciso iter diagnostico (ecografie e quant'altro) per capire la causa del suo problema clinico e poi impostare, se possibile, le strategie terapeutiche mirate.

Senta o risenta ora in diretta il suo andrologo di riferimento e poi, se lo desidera, ci riaggiorni.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
Gentile Dott. Beretta,

la ringrazio per la sua risposta in merito al mio caso.
Nei prossimi giorni effettuerò lo spermiogramma e la spermiocoltura e farò vedere i risultati all'andrologo.
Nel frattempo volevo chiederle se i risultati degli ormoni possono dare qualche speranza o aggravano ulteriormente il quadro clinico.
considererebbe anche lei non attendibile lo spermiogramma con i valori n.a. effettuati dopo 4 ore dal deposito?

Grazie ancora,
Andrea

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
FSH un pò mosso verso l'alto potrebbe far pensare ad un problema a livello dell'epitelio seminale.

Senta ora comunque in diretta il suo andrologo di fiducia.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
Grazie per la sua risposta,
La terrò aggiornata.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene.
[#6] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
Buonasera,

riporto i dati dell'ultimo spermiogramma effettuato con i valori di riferimento riportati tra parentesi:

Astinenza gg: 4
Volume: 3,5 ml (>1,5 ml)
pH: 8.4 (>7.2)
Colore: giallino (avorio)
Fluidificazione: regolare (regolare)
Viscosità: diminuita (normale)

Esame microscopico dopo 1h:
Conteggio spermatozoi Non applicabile
Motilità Non applicabile
Morfologia Non applicabile

Test di centrifugazione
- tecnica utilizzata Centrif. 1200 RPM per 10'
NON VISUALIZZATI SPERMATOZOI NEL SEDIMENTO

Commento: quadro di sospetta azoospermia

Riporto per comodità i dati delle analisi ormonali

FSH 10.7 (1.5-12.4)
LH 8.1 (1.7-8.6)
Prolattina 10.16 (4.04 - 15.20)
Testosterone 3.6 (2.5 - 8.36)

Tra qualche giorno avrò i risultati dello spermiocoltura.
Nel frattempo, c'è modo di capire da questi dati se l'azoospermia è di tipo ostruttiva o secretoria?
Il Ph dello spermiogramma non è un pò alto?
Potrebbe indicare una infiammazione in corso?
E soprattutto...ho ancora qualche minima speranza di diventare padre..?
Da una visita effettuata una decina di anni fa mi era stato diagnosticato un varicocele con un pò di idrocele, ma mai curato. Per il resto non era stato riscontrato niente di particolare.

Grazie infinitamente
Andrea
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

come già detto, le informazioni che ci invia potrebbero suggerirci un problema secretivo ma ora bisogna sentire in diretta il suo andrologo di riferimento che si spera abbia chiare competenze in patologia della riproduzione umana.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema riproduttivo, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/195-azoospermia-spermatozoi.html

Un cordiale saluto.
[#8] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno dottore,

La ringrazio intanto per le sue risposte che in questi giorni di sofferenza mi stanno aiutando a capire qualcosa in più sul mio problema, piombato addosso da un giorno all'altro e che sta influendo moltissimo sul rapporto con la mia compagna.
Spero davvero di cuore di scriverLe al più presto con delle buone notizie.

Le auguro una buona giornata,
Andrea
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ricambio l'augurio!
[#10] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno,
ho appena incontrato l'andrologo.
Si è limitato a guardare i miei dati ovvero spermiogramma, analisi ormonali e spermiocoltura (negativa) e mi ha detto:
"Lei è sterile. Tentativi chirurgici sono sempre meno frequenti perchè comportano rischi. A questo punto Le consiglio o la fecondazione assistita, ma già le dico che sarà un percorso difficile e tortuoso per lei e la sua compagna oppure l'adozione".
Mi aspettavo una visita, una ecografia, qualcosa e invece niente.
La prego di darmi delucidazioni.
Grazie
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

il mio consiglio è quello di consultare un altro andrologo meno frettoloso e con chiare competenze in patologia della riproduzione umana e nel frattempo, come già dettole, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema riproduttivo, le consiglio di consultare o riconsultare l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/195-azoospermia-spermatozoi.html

Un cordiale saluto.
[#12] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno,
La ringrazio per la sua attenzione e mi rincuora molto il pensiero che l'essere frettoloso sia stato un giudizio condiviso anche da lei.
Capisco che la mia azospermia si traduca in sterilità, ma non voglio arrendermi così in fretta senza prima aver fatto una visita che mi possa aiutare a capire il perché della mia patologia. (Possibile che non si possa fare chiarezza?!)
Sempre con la speranza che si possa risolvere..mi faccio forza pensando che alla fine anche gli articoli scientifici testimoniano una percentuale di successo!
Ho preso appuntamento con un medico in un centro di sterilità maschile.
Mi piacerebbe continuare a tenerla informata, se per Lei va bene.
La ringrazio ancora,
Una buona giornata
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Senza alcun problema!
[#14] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno,

finalmente un andrologo mi ha visitato!!
Ha riscontrato una differenza di dimensioni tra i testicoli (il dx intorno a 10, il sinistro intorno a 7) e un discreto varicocele nel sinistro.
Prossimamente dovrò fare un ecocolordoppler per verificare se il varicocele può essere la causa del mio problema, altrimenti si proseguirà in modo differente.
Cosa ne pensa?
Tornando a casa, mi sono venuti in mente un pò di dubbi:
Cosa comporta o può comportare la differenza delle dimensioni testicolari?
Può essere che il varicocele abbia ridotto le dimensioni del testicolo?
Inoltre volevo chiederle:
il primo spermiogramma, che mi dava una concentrazione di spermatozoi <2 mil, non può essere interpretato come azoospermia..giusto?
come è possibile che nel secondo non ne era presente nemmeno uno? Sono davvero azoospermico?


La ringrazio ancora per il suo supporto,
una buona giornata
[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se presente un varicocele e se desidera avere informazioni più dettagliate su questo particolare ma complesso tema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo da me pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html

Un cordiale saluto.