Utente 424XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 31 anni, con ottima salute e normale attività lavorativa e sportiva (non ho mai sofferto di gravi problemi).
Circa 3 mesi fa ho iniziato ad avvertire un formicolio, adesso sempre più persistente, ai testicoli accompagnato saltuariamente da dolore lieve. Contemporaneamente ed improvvisamente ho notato una disfunzione erettile permamente (si evidenzia ogni volta che provo ad avere rapporti ed anche con autoerotismo) con problemi a raggiungere l’erezione e a mantenerla in alcune posizioni.
Mi sono recato dal medico e mi è stato diagnosticato (tramite ecografia ecodoppler) un varicocele sinistro di 2/3 grado. I sintomi di dolore si sono intensificati, anche se non sono troppo forti, e anche la disfunzione erettile non stà passando.

Può un varicocele di 2/3 grado comportare una repentina disfunzione erettile?
Sono in lista per l’intervento al varicocele, potrei risolvere la disfunzione erettile dopo aver tolto il varicocele?

Dei diversi specialisti consultati la quasi totalità asserisce che non c’è relazione tra varicocele e disfunzione erettile ma rimane il fatto che, nel mio caso, i sintomi del varicocele, la sua diagnosi e la disfunzione erettile, si sono manifestati nello stesso momento.

grazie
saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

in effetti il varicocele non ha relazioni con una disfunzione erettile se non in forma indiretta dove la dolorabilità testicolare e la successiva diagnosi di varicocele hanno potuto innescare un'azione ansiogena che ha scatenato un problema di DE, tuttavia esami più approfonditi potrebbero escludere un'azione organica.

Un cordiale saluto