Utente 891XXX
Salve,
mi chiamo Gabriele ho 23 anni e sono di Udine. Tre o quattro anni fa a seguito di un trauma alla mano destra il dito medio l'anulare e il mignolo soprattutto si sono spostati dal loro normale asse. Al tempo stupidamente non sono nemmeno andato all' ospedale dato che dopo qualche giorno il gonfiore è passato ed io non ho avuto assolutamente nessun problema, nemmeno di manualità. Ora però il fatto che queste dita, soprattutto il mignolo sia un po storto no mi permette di suonare la chitarra perfettamente, cosa che mi pesa molto. E in piu mi pesa anche il fattore estetico, che se io non faccio notare nemmeno si vede però io ovviamente lo vedo eccome. Io ho gia fatto le lastre ed ora sto aspettando la visita ortopedica il 4 dicembre ma nel frattempo mi premeva sapere soltanto SE ESISTONO METODI, OPERAZIONI E QUALSIASI COSA IN GRADO DI RIPORTARE LE MIE TRE DITA NELLE LORO POSIZIONE ORIGINARIA. Non so più che pensare e mi sto facendo mille paranoie. Attendo una vostra cortese risposta. Molte Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Purtroppo è impossibile rispondere alle Sue domande senza averLa visitata e senza avere preso visione delle Sue rx. E' fondamentale valutare la funzionalità di queste dita la cui deformità sembra modesta se non la si nota dal punto di vista estetico ma potrebbe essere importante dal punto di vista della funzione. Quando parlerà con lo specialista (all'ospedale di Pordenone c'è un centro di chirurgia della mano, se Le può interessare) esponga bene le Sue aspettative perché saranno determinanti nella valutazione dei pro e dei contro: qualsiasi provvedimento deve avere una finalità migliorativa e per affrontarlo bisogna sapere bene quali possono essere i rischi.
Ci tenga informati sugli sviluppo.
Cordiali saluti