Utente 893XXX
Salve, vi scrivo per avere un consulto.
Agli inizi di ottobre, causa un mio errore nel tagliare l'unghia dell'alluce del piede destro, mi si è venuta a formare l'unghia incarnita, nella parte esterna.
Premesso che non ne ho mai sofferto in vita mia, ho passato 2 settimane a curarla con impacchi di acqua e sale, tintura di iodio, ed una pomata consigliatami da un farmacista il cui nome è Aureomicina 3% unguento, con successo.
Facendo sport, sono tornato a giocare dopo le 2 settimane, ma purtroppo ho preso un pestone ed il dolore è tornato a farsi sentire più forte di prima.
Il mio medico mi ha mandato a fare una visita chirurgica, ma lo stesso chirurgo mi ha rassicurato dicendomi che l'unghia non è da operare, facendomi inoltre fare una cura antibiotica e disinfettando giornalmente il dito con tintura di iodio.
Dopo 2 settimane sento ancora dolore, ma non nel punto in cui l'unghia si incarnì, bensì appena sotto "la punta" dell'alluce, sulla sinistra.
La mia domanda è la seguente: devo continuare a questo punto la cura antibiotica (per la precisione ho assunto Augmentin 875 mg + 125 mg compresse)? O devo seguire un altro tipo di cura, o tornare magari dal chirurgo?
In attesa di risposta, ringrazio anticipatamente per la cortesia

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile signore
quello che descrive potrebbe far pensare alla formazione di un ematoma o di una unghia incarnita. Purtroppo via internet non è possibile effettuare una visita chirurgica e definire se sia il caso di variare terapia o meno.
L'unica cosa da fare è rivolgersi nuovamente al suo medico curante o al collega chirurgo.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 893XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la sua cortesia.