Utente 895XXX
Ho effettuato l'esame dello spermiogramma per puro caso e i risultati mi hanno preoccupato un poco:

Giorni di astinenza: 5

Volume 2.5 ml PH 7.4 (compreso fra 7.2 e 7.8)
Coagulazione:si
Fluidificazione:si
Viscosità:normale
Filanza: 0 cm
Colore PAGLIERINO


CARATTERISTICHE
n°spermatozooi/ml: 42 milioni (superiore a 20 milioni/ml)
n° totale nell'intero ejaculato: 105 milioni



MOTILITA' (50% o più alla seconda ora somma dela motilità rettilinea progressiva e non progressiva)

Motilità rettilinea rapida: 7% (1 ora); 3% (2 ore).
Motilità rettilinea lenta: 40% (1 ora); 38% (2 ore).
Motilità in situ: 15% (1 ora); 18% (2 ore).
Immobili: 38% (1 ora); 41% (2 ore).



MORFOLOGIA (superiore al 15% di forme normali)

Forme normali: 5%
Forme anomale: 95%
Anomalie Testa: 73%
Anomalie intermedio: 4%
Anomalie coda: 2%
Anomalie di tutto: 16 %

Eritrociti: 0 milioni/ml
Leucociti: 0.7 milioni/ml (inferiori a 1 milione/ml)

Giudizio: ASTENOTERATOZOOSPERMIA



Il medico mi ha riferito che stando ai valori, il numero è buono però ci può essere un problema di motilità; inoltre in un soggetto normale vi sono presenti circa il 15% di spermatozooi forti capaci di fecondare, 18%/20% per un donatore....io mi attesto circa intorno al 10% (cosi mi ha riferito) è plausibile?

Mi ha fatto una lastra a tutti gli organi (prostata e vescica compresa) ed è tutto perfetto, ha detto anche che forse è presente una leggera forma di varicocele in un testicolo, ma che devo effettuare un ecocolordropper che appunto farò a breve.

Ora...i valori mi ha detto che sono altamente sensibili a tutto ciò che si assume e allo stato di forma (medicinali, caldo ecc..) in effetti io il test l'ho fatto di Lunedì, dopo che sia Sabato e Domenica ho assunto 2 pastiglie per il mal di testa e il venerdì prima ho fatto una sauna in palestra...mi deve rincuorare? tra circa un mese devo rifare il test (senza più assumere niente ed evitando stati febbrili).

Qualora si verificassero i valori e venisse diagnosticato un varicocele quali sono i rimedi? intervento? medicinali? vorrei avere anche un vostro riscontro completo oltre che a quello del medico, vista la mia età!.

In ogni caso mi ha detto che non sono vicino alla sterilità...almeno quello!

Grazie mille della collaborazione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
caro signore tutto ciò che il medico le ha detto è correttissimo e mi pare di capire che lei sia ben seguito.Il suo è un quadropiuttosto frequente di numero normale di spermatozoi ma che sono pigri e dismorfici, ovvero quella che chiamiamo astenoteratospermia!
Che significa? significa che di per sè non c'è nessun problema ma senza dubbio rispetto ad un soggetto che non ha questa cosa il suo potere fecondativo risulta ridotto. Ciò non deve angosciarla a meno che lei non abbia dei tentativi ripetuti ed infruttuosi di gravidanza. Valuterei tutt'al più se ci fosse presente anche un varicocele così eventualmente da trattarlo er mettere fine al danno funzionale già acquisito e non peggiorarlo. Per trattare un varicocele si va dall'urologo che può effettuare un intervento chirurgico scegliendo la via d'accesso da lui preferita in accordo col paziente: via addominale , o via inguinale. L'intervento è nella stragrande maggioranza dei casi risolutivo.
[#2] dopo  
Utente 895XXX

Iscritto dal 2008
quindi lei mi dice che in caso di esito negativo di varicocele non c'è cura? nemmeno farmacologica?

comunque aspetto i prossimi risultati e l'ecografia prima di avere un quadro definitivo. credo che tutte le azioni che ho compiuto qualche giorno prima abbiano influenzato no?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
alle corrette osservazioni, fatte dal collega Masala ,se poi desidera avere più informazioni su questi temi potrebbe essere utile leggere il manuale , scritto dalla dra Elisabetta Chelo , "Quando i figli non arrivano" , CIC edizioni internazionali , Roma , oppure ulteriori dati più precisi sulla “complessità” che accompagna una dispermia può trovarle anche nell’articolo pubblicato sempre dalla collega Chelo sul nostro sito e visibile all’indirizzo: http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=52214.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#4] dopo  
Utente 895XXX

Iscritto dal 2008
va bene, darò un'occhiata..... chiedo ancora un'ultima cosa:

il dottore mi ha detto che bisogna evitare stati febbrili nel mese prima dell'esame... è consigliabile fare il vaccino nel brevissimo futuro? ridurrei di molto il rischio malattia e in ogni caso rimarrei febbricitante solo nei 2 o 3 giorni al vaccino....di conseguenza poi ho ancora un mese davanti prima dell'esame...volevo sapere se era consigliato e se alla lunga (1 mese) può alterare qualche valore.

Grazie
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
alla sua età , se non è un soggetto esposto a particolari rischi di contagio , la vaccinazione potrebbe risultare inutile. Se comunque poi si scatena un fenomeno iperpirettico , cioè la febbre, a seguito della vacinazione, il problema dispermia che si determina è uguale a quello scatenato da una normale febbre virale.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#6] dopo  
Utente 895XXX

Iscritto dal 2008
ma il mio dubbio era appunto, in caso di febbre immediata (causata dal vaccino) e successivo recupero, al termine di essa ci sarebbe ancora un mese prima del test, non sarebbe sufficiente?

lo scorso anno lo feci, mi ammalai il giorno dopo e dopo 2 giorni stavo bene, mai avuto niente poi per un anno
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
dopo un episodio febbrile, è sempre bene aspettare, prima di fare un esame del liquido seminale, almeno 75 giorni che è il periodo minimo e ritenuto sufficiente per completare il normale ciclo con cui si formano i nuovi spermatozoi.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#8] dopo  
Utente 895XXX

Iscritto dal 2008
ma come 75 giorni...allora se dovessi rifare il test il 22 dicembre non sarebbe attendibile perchè sarebbero passati solo 42 giorni dal primo esame? e i rapporti sessuali in questo mese come dovrebbe essere? poi comunque anche facendo il vaccino non è detto che mi ammali visto che dall'ultimo vaccino dello scorso ottobre non ho più avuto nemmeno una linea di febbre
[#9] dopo  
Utente 895XXX

Iscritto dal 2008
ma come 75 giorni...allora se dovessi rifare il test il 22 dicembre non sarebbe attendibile perchè sarebbero passati solo 42 giorni dal primo esame? e i rapporti sessuali in questo mese come dovrebbe essere? poi comunque anche facendo il vaccino non è detto che mi ammali visto che dall'ultimo vaccino dello scorso ottobre non ho più avuto nemmeno una linea di febbre
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
i rapporti nel periodo di attesa devono essere regolari , come di solito. Sulla possibilità di avere o no la febbre e i problemi connessi si è già discusso.
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#11] dopo  
Utente 895XXX

Iscritto dal 2008
può essere vantaggioso portare slip piuttosto che boxer in caso di varicocele di qualsiasi grado?
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
dipende da cosa lei "tollera" meglio. Non ci sono indicazioni precise e categoriche in questo senso in letteratura.
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#13] dopo  
Utente 895XXX

Iscritto dal 2008
mentre un raffreddore può influire sull'esito dell'esame? visto che non devo ammalarmi (ovviamente non prenderei medicinali se ne fossi colpito)