piede  
 
Utente 431XXX
Buonasera Dottori...purtroppo sto affrontando un periodaccio, con un bimbo piccolo e la paura di trasmettere batteri e altro al mio bimbo...
Sono un infermiera e da quando sono rientrata a lavoro in un reparto di degenza, la mia paura è quella di riportare batteri e malattie a casa per questo lavo spesso le mani quasi consumandomi, Che rischi si corrono se (con le mani compromesse dai ripetuti lavaggi e con screpolature e taglietti e qualche ferita aperta non enorme) vengo a contatto con batteri presenti in reparto( come klebsiella resistene, acinetobacter baunanni, ecc.) da premettere che uso i guanti per ogni manovra e mansione da fare...oltre a questa domanda, la cosa che oggi mi turba è che mi sono procurata una ferita sopra l'alluce del piede e con gli zoccoli aperti che usiamo in reparto, anche mettendo un semplice cerottino ho paura che si infetti, a cosa vado incontro vi prego datemi una risposta perché io so di avere un problema e sto provvedendo, ma ho bisogno di spiegazioni e competenze per poter razionalizzare, grazie in anticipo, spero in una celere risposta.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
se continua a lavarsi le mani con saponi aggressivi e non usa delle creme che ripristinino il film idro lipidico cutaneo è ovvio che si spaccheranno sempre di più.
La crema va messa dopo ogni lavaggio, ma questo lei lo sa bene.
I guanti, specie di nitrile, sono una barriera impenetrabile per i germi.
Quindi stia tranquilla.
Il taglio sull'alluce lo disinfetti con del povidone Iodio e ci metta un cerotto a protezione: non mi pare un problema di cui allarmarsi.
Curi il suo DOC rivologendosi ad uno Psichiatra: è del DOC che deve preoccuparsi non dei batteri resistenti.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.