Utente 900XXX
Salve, sono un ragazzo di 24 anni.
Scrivo a proposito di una infiammazione dell' epididimo sinistro che mi è stata diagnosticata dal mio urologo.
Quest' ultimo mi ha riferito che questa infiammazione è dovuta al fatto che posso trattenere l' eiaculazione per prolungare l' atto sessuale.
Non nascondo che questo può essere vero, solo che in maniera un po' superficiale mi ha detto di avere rapporti "rapidi" per potermi "svuotare" in modo da far scomparire tale infiammazione.
Ho riscontrato che questa "cura" anche se un po' superficiale, funziona.
Il problema è che al momento non ho una vita sessuale molto attiva e con la masturbazione non sempre riesco ad ottenere uno svuotamento rapido (per intenderci).
C'è qualcosa che posso prendere che possa alleviare tale infiammazione che comunque inizia a portarmi dolori fastidiosi anche durante erezione e atto in se, che sia masturbazione o sesso.
Attendo una risposta quanto prima e spero di poter essere stato esaustivo e chiaro nell' esprimere il problema.
Grazie e distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,ho qualche perplessita' sulla ipotesi di causa-effetto tra un'epididimite e la velocita' di un'eiaculazione,anche in considerazione del fatto che l'epididimo produce una piccolissima porzione dl liquido seminale.
Credo che le conclusioni diagnostiche si siano basate su accertamenti emato-
chimici e/o strumentali,oltre alla visita,cui non accenna nel post,per cui Le consiglierei di seguire i consigli dell'urologo di riferimento.Cordialita'.