Utente 903XXX
Buona sera,
Ho da chiedervi un parere.

Il dermatologo mi ha diagnosticato una lentigo solare in viso (sopra lo zigomo destro).

Mi ha detto che si può trattare con: il laser o la crioterapia.

Purtroppo ho formato tanti cheloidi in seguito a varie operazioni sul torace,mi chiedevo quale fosse più indicata.

Ho paura di un eventuale cicatrice.

Vi ringrazio, cordiali saluti
Annalisa
[#1] dopo  
Dr.ssa Gabriella La Rovere
28% attività
0% attualità
12% socialità
PERUGIA (PG)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Buonasera. Sicuramente deve rendere noto al collega dermatologo questa sua tendenza ai cheloidi. Entrambe le metodiche sono poco aggressive, anche perchè si tratta di lentigo solare, quindi non dovrebbero esserci sorprese.
Spero di esserle stata di aiuto
[#2] dopo  
Dr. Francesco Scarpa
24% attività
8% attualità
0% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Buona sera,
la tendenza ai cheloidi è un sicuramente da considerare. Comunque con l'utilizzo di un laser ablativo come il CO2 e agendo superficialmente colpendo la lentigo e asportandola poi con una garza inumidita con soluzione fisiologica non dovrebbero esserci problemi.
[#3] dopo  
Dr. Emanuele Di Pierri
24% attività
4% attualità
12% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile utente
la regione sternale è sede frequente di cicatrizzazioni di tipo ipertrofico e cheloideo, (ammesso che quelle che definisce cheloidi lo siano e non siano invece cicatrici ipertrofiche).
Lei forma cheloidi in qualunque parte del corpo si ferisca?
Normalmente è difficile che si formino veri cheloidi sul volto.
Tuttavia la corretta diagnosi che deve essere posta da uno specialista dermatologo è sempre il punto di partenza: è una lentigo solare (trattabile benissimo anche con laser q-switched senza neanche abrasioni) o una cheratosi solare o attinica che richiedono crioterapia o laser co2? diverse diagnosi richiedono diverse terapie.
Ne riparli con il dermatologo e ci faccia sapere, restiamo a disposizione per eventuali chirimenti.
Cordialità