Utente 372XXX
Buongiorno,
Ho 34 anni. Circa 6 mesi fa, nuotando stile dorso, ho avuto uno strano scatto alla spalla dx come se si stesse per lussare mentre chiudevo la bracciata, ma è subito rientrato senza dolore. Dal giorno successivo ho riportato dolori sordi alla spalla dx che si sono protratti fino ad oggi sopratutto durante i movimenti con braccio sopra la spalla, con limitazione di movimento. Ho effettuato una visita ortopedica a seguito della quale ho effettuato delle tecar, le quali hanno leggermente alleviato le problematiche. Il professore ortopedico mi ha prescritto una RMN che ho eseguito, la quale riporta la seguente situazione:
"L'esame RM della spalla destra, condotto nelle sole condizioni basali, evidenzia una fibroartrosi acromion - claveare che oblitera il cuscinetto adiposo sovrastante la cuffia e determina una compressione sul tratto miotendineo del tendine sovraspinoso il cui ventre muscolare presenta regolare trofismo; il tendine si presenta ispessito e tendinosico ma comunque correttamente inserito nella componente scheletrica. Parimenti tendinosiche appaiono le restanti strutture tendinee della cuffia dei rotatori ed il tendine del sottoscapolare. Il tendine del capolungo del bicipite omerale, regolarmente alloggiato nella sua doccia anatomica, presenta una distenisone fluida della guiaina sinoviale. Regolare il trofismo scheletrico con rapporti articolari gleno omerali conservati se si eccettua la presenza di un'area geodica in sede trochitica. Il cercine fibrocartilagineo glenoideo è regolare ed appare correttamente inserito sulla componente scheletrica. Non si osservano significative falde di versamento articolare. Si apprezza esile distenssione fluida della borsa subacromiale e della borsa subcoracoidea.
Conclusioni: tendinopatia degenerativa del sovraspinato"
Tenendo conto che sono in attesa di eseguire anche la radiografia e di tornare dall'ortopedico pe runa diagnosi chiedo:
- Un caso del genere è suscettibile di operazione? soprattutto mi chiedo come mai soffro di fibroartrosi in una età relativamente giovane?
- Il medico ortopedico paventava la possibilità di procedere con infiltrazioni, mi chiedo se questa pratica vista la mia età può essere sempre consigliata o meno
- da ultimo chiedo se una situazione del genere può dipendere da un sigolo trauma (seppur leggero come quello descritto) oppure dipende dalla mia anatomia della spalla e quindi negli anni sarò senz'altro soggetto a peggioramenti?
Faccio presente che non svolgo una attività lavorativa particolarmente pesante (sono impiegato e lavoro da pc), pratico calcio e nuoto a livello amatoriale (il nuoto quasi interrotto) e che prima di 6 mesi fa non ho avuto mai problemi alla spalla (la sinistra fino ad ora non mi ha mai dato problemi).

Grazie per le eventuali e cortesi risposte

Alessandro

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Roberto Leo
32% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
LE RISPONDO CON I LIMITI NON INDIFFERENTI DI NON POTER VISITARE LA SUA SPALLA NE' TANTOMENO POTER VISIONARE LA SUA DOCUMENTAZIONE RADIOGRAFICA
- Un caso del genere è suscettibile di operazione?
IN PRIMA ISTANZA DIREI DI NO
soprattutto mi chiedo come mai soffro di fibroartrosi in una età relativamente giovane?
DIFFICILE DA DIRE
EREDITARIETA'?
SPORT DA COMBATTIMENTO O PESI IN GIOVANE ETA'?
SONO SOLO 2 IPOTESI
BOSOGNA VEDERE QUANTO SIA EVIDENTE O SOLO SFUMATA TALE ARTROSI
- Il medico ortopedico paventava la possibilità di procedere con infiltrazioni, mi chiedo se questa pratica vista la mia età può essere sempre consigliata o meno
IN ALCUNI CASI E' UNA VALIDA TERAPIA
- da ultimo chiedo se una situazione del genere può dipendere da un singolo trauma (seppur leggero come quello descritto).
QUELLO CHE HA DESCRITTO NON E' UN TRAUMA E SOPRATTUTTO NON GENERA ARTROSI
oppure dipende dalla mia anatomia della spalla e quindi negli anni sarò senz'altro soggetto a peggioramenti?
NECESSARIA UNA VISITA PER RISPONDERE A TALE DOMANDA

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 372XXX

Iscritto dal 2015
Dottore la ringrazio per le sue risposte. Andrò a breve presso lo specialista che mi segue nella mia città e aggiornerò sugli esiti della visita e le terapie consigliate. Buonasera