Utente 187XXX
Gentil.mi dottori,
sono un ragazzo di 29 anni, in ottimo stato di salute. Da circa un mese mi sono reso conto che prima si era leggermente gonfiato il linfonodo sul lato sinistro della mandibola, l'ho fatto visitare dal mio medico di base e in corrispondenza c'era una puntura di insetto. Il mio medico non mi ha prescritto nulla oltretutto perché più che di gonfiore si parlava di un "accenno", a suo parere una cosa molto blanda causata dalla predetta puntura.
Nel giro di diversi giorni 15/20 si è sgonfiato del tutto. Dall'altro ieri si è gonfiato il linfonodo sul lato destro sempre della mandibola.
Non mi sembra stavolta esserci puntura di insetti o roba simile.
L'ho un po' tastato per via del fastidio che mi provocava e ieri sera era anche un po' dolente toccandolo.
Dopo l'esperienza fatta, questa volta non mi sembra molto più gonfio della volta precedente.
Radici di denti rovinate sono state asporate dal dentista ormai anni fa e su entrambi i lati della mandibola il dentista ha montato dei ponti.
Mi può capitare di non essere molto attento all'igiene orale specialmente a pranzo, non mangiando sempre a casa, però non ho ascessi.
Attendo un vs. genitle riscontro.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente, le ricordo che per prevenire le patologie del cavo orale occorre la visita odontoiatrica semestrale, se non è stata fatta non esiti a sottoporsi. Da questa visita con opportuni accertamenti diagnostici è possibile escludere o confermare che la formazione è di origine dentale.