Utente 954XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 19 anni e vorrei esporvi il mio caso sperando in una soluzione al mio frequente problema.
Premetto di non avere alcuna malattia o problema a livello di test del sangue o urinale ma quasi sempre quando sto con la mia ragazza il mio pene si eccita troppo con piccole perdite di sperma e, se non stimolato costantemente perde la sua erezione. Ritengo di avere un pene di lunghezza media, che misura 15 cm. xò quando abbiamo un rapporto sessuale, tra l'altro usando i preservativi ritardanti, il mio pene eiacula dopo soli 15/20 minuti e purtroppo questa situazione è diventata un pò stressante per me. Le uniche occasioni in cui sono riuscito ad avere una erezione forte che è durata per ore sono state quando sono andato in montagna o al mare con la mia ragazza, ma non ne conosco il motivo, forse per il cambiamento d'aria o per l'effetto sorpresa dell'evento, però non riesco ad avere quel tipo di rapporto normalmente.
Cosa potreste consigliarmi per avere una erezione forte e per diminuire l'eiaculazione precoce? Chiedo se perfavore potreste riferirmii degli esercizi o delle tecniche per migliorare il rapposto sessuale. Ringrazio in anticipo e spero mi aiutiate presto. Cordiali Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egergio signore,
lo stacco da un ambiente comunque lavorativo ha sempre un effetto psicologico positivo sui rapporti sessuali. Magari in montagna o al mare era più comodo e tranquillo di come era sistemato in città. Il tutto comunque indica una patologia di chiara origini situazionale o psicologica. Per cui farebbe meglio a parlarne con uno psicoloco/sessuologo.
Altro discorso è l' eiaculazione precoce, che il più delle volte (80%) è psicologica, nel restante 20% è di origine fisica, di qua non posso dirimere il dubbio, poichè non posso vistarla, per cui una visita da collega esperto le chiarirà ogni dubbio. Faccia sapere se vuole.
E' ben vero che 15-20 minuti di rapporto penetrativo sono in assoluto tantini per definire precoce una eiaculazione, ma in andrologia vale più l' impressione soggettiva, che il dato oggettivo. Tanto per dirle che quelle percentuali che le ho dato circa l' origine della eiaculazione precoce sono nel suo caso da modicare come segue: 10% problema fisico e 90% problema psicologico. La visita da un collega rimane mandatoria per sistemare le cose.
[#2] dopo  
Utente 954XXX

Iscritto dal 2009
Innanzitutto grazie della risposta. Comunque sia riconosco che siano tanti 15/20 minuti di rapporto per definirla un'eiaculazione precoce però pur sempre pochi per un rapporto che si vorrebbe fosse intenso e duraturo. Speravo lei o qualche altro dottore poteste darmi qualche risposta in più, visto che credo che il mio problema non sia di natura fisica ma psicologica...per cui rimango in attesa qualora qualcuno volesse consigliarmi qualche cosa di più di una visita da un dottore, magari come dicevo prima, qualche esercizio o qualche modo con cui approciarmi meglio al rapporto, pensando a certe cose in particolare forse. Beh in qualunque caso è stato un piace, a risentirsi...grazie