Utente 692XXX
gent.li dott.ri vi disturbo per un vostro parere.
sono in gravidanza alla 38 sett. per il 15 abbiamo programmato il cesareo perche' la piccola e' in posizione podalica.
ieri ho avuto il colloquio con anestesista e notizia pesante le piastrine sono 108.000 devo ripetere analisi e in caso siano ancora basse vuole optare x anestesia generale.ho chiammato la mia ginecologa che invece mi ha detto di stare tranquilla perche' non sono livelli bassi allarmnanti.ripeteremo analisi la mattina e si decidera' il da farsi.
che ne pensate?
io ho letto che l'allarme e' dato da piastrine <60.000
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
come già altre volte descritto in questa sede dobbiamo distinguere due casi.
Se il taglio cesareo (TC) è in programma con una anestesia di tipo sub aracnoideo (leggi spinale) il valore delle sue piastrine non presenta particolari elementi di preoccupazione.
A parità di livelli normali di coagulazione testati con i seguenti dati di laboratorio (PT, INR%, PTT) valori di piastrine da lei riscontrati in quest'ultimo controllo la pongono in un buon margine di sicurezza.
Di solito è sconsigliabile anche una anestesia "spinale" per valori di PLT sotto le 50.000 U.
Diverso il caso di una anestesia "peridurale" o una analgesia del parto con posizionamento di catetere in tale sede,spazio peridurale appunto, in cui il valore di PLT al di sotto di 150.000 può costituire un problema.
Le consiglierei di ripetere il controllo delle piastrine non tanto al mattino dell'intervento ma due/tre gg prima anche per risentire il suo Anestesista con tutta tranquillità (magari in sieme alla sua Ginecologa) e non arrivare con ansia in sala parto avendo il tempo di "concordare" con lui il da farsi. Se è pur vero che è lui il responsabile dell'atto medico, penso però che alla fine, valutati i pro e i contro, la decisione debba essere presa anche da lei che deve firmare, accettando l'operato del Medico, un consenso.
Ci faccia sapere e moltissimi auguri per il lieto evento.