Utente 761XXX
Gentile dottori,
da un pò ho problemi di erezione. ho 33 anni.
Sono stato da un andrologo che, tra le altre cose, su mia richiesta, mi ha detto di prendere del cialis al bisogno, 10 mg.

Ora io ho preso il cialis la prima volta mercoledì scorso, così per testarne gli effetti, e in effetti il mio pene è stato per molto tempo molto reattivo.
Sabato sera ne ho presa un'altra perchè mi sono visto con la mia ragazza. E' stato un disastro. Praticamente appena la mia ragazza mi ha sfiorato ho avuto una eiaculazione precocissima e quasi involontaria. E poi il mio pene si è come spento. si è ripreso dopo una mezzoretta. Che disastro.
Dopo due ore ho avuto un'altra eiaculazione involontaria.

Vorrei sapere se vi risulta che il cialis può dare effetti di questo tipo. Cioè una eiaculazione precocissima e quasi involontaria.

grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
direi proprio di no: il cialis non c' entra niulla. Sarebbe utile sapre motivo di sua richiesta di prescrizione e la causa che l' ha mandata dal collega. Forse potremmo essere utili. Faccia sapere se vuole.
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,la sintomatologia riferita non e' da "imputare" alla assunzione del tadalafil.Ho la sensazione che il disagio sessuale che la ha portata a consultare un andrologo sia piu' articolato,con implicazioni anche del meccanismo erettile e,probabilmente,delle ghiandole dell'apparato genitale preposte alla produzione del liquido seminale (prostata e vescicole seminali) che spesso possono essere congeste e dar luogo a fenomeni infiammatori.
Tutto cio',assieme alla occasionalita' dei rapporti sessuali,propria della non convivenza,puo' favorire una mancata padronanza dell'eiaculazione con gli ovvi risvolti emotivi che ne conseguono.Consulti nuovamente l'andrologo di riferimento o si rivolga ad un altro specialista.Cordialita'.