Utente 896XXX
Gentili dottori,
da molti anni ho delle extrasistoli che si verificano solo in certe situazioni (durante e dopo la masturbazione, durante la digestione e qualche volta subito dopo essermi coricato; invece durante gli sforzi fisici non ho problemi). Gli episodi durano pochi secondi e si manifestano con battiti in soprannumero e una leggera sensazione di affanno. Inoltre solo in alcuni periodi queste extrasistoli si verificano; nella maggior parte dell'anno, anche in quelle situazioni di cui ho detto, non avverto le aritmie. Ho fatto un holter di 24h in cui questi episodi di extrasistoli avvertibili non si sono verificati (l'holter avrà registrato tre o quattro extras. in tutto) e il cardiologo mi ha detto che comunque l'attività cardiaca risultava normale e quindi quelle extras. avvertibili dovevano essere di natura benigna.
Negli ultimi episodi ho notato che i battiti soprannumerari sono molto deboli rispetto ai battiti normali, mentre ricordavo che essi erano forti all'incirca quanto i battiti normali. Che può significare questo? Può essere collegato al fatto che ultimamente sto facendo nuoto (non agonistico) mentre prima ero sedentario?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, ritengo che la sua extrasistolia non sia connessa al nuoto, ma rientri in una "fisiologica" anormalità del battito cardiaco, che in alcune circostanze, soprattutto in casi di stress psichico più che fisico, dà luogo ad un ridotto numero di battiti anomali che purtroppo vengo da lei avvertiti. Si tratta ovviamente, come le ha già indicato il collega, di una condizione del tutto benigna e priva di significato patologico. Continui la sua attività sportiva, mantenersi in forma fa sempre bene.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 896XXX

Iscritto dal 2008
Grazie della risposta!