Utente 100XXX
Buonasera.Sono un ragazzo di 20 anni.Da qualche mese mi succede questo:mi capita di sentire uno strano odore dell'urina,con bruciori nell'atto di urinare e un po' lungo l'uretra;oltretutto anche dopo aver urinato,ho come lo stimolo ad andarci.Questo fenomeno dura meno di due giorni,una volta al mese..e non sempre,viene così di colpo.
Prima di tutto ciò non ho mai avuto alcun tipo di problema,sono fumatore saltuario,e apparte ai malanni di stagione non ho mai avuto malattie serie.Di mia natura tendo ad agitarmi quando mi capita qualcosa.Non vorrei che fosse qualcosa di grave.Ringraziando anticipatamente,aspetto una risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la sintomatologia potrebbe deporre per un fenomeno infiammatorio del tratto genitourinario inferiuore. Di qua non riesco ad essere più preciso, in quanto va visitato. Le consiglio quindi di andare da un collega, che a Venezia ce ne sono e di bravi. Faccia sapere come vanno le cose se vuole.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

non drammatizzi !

Potrebbe trattarsi di un problema infiammatorio a livello delle vie genito-urinarie.

Comunque, in questi casi, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la causa del problema e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare a livello diagnostico e terapeutico .

Bisogna, a questo punto, consultare un esperto urologo.

Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#3] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
Vi ringrazio per la rapida risposta,e ne approfitto per chiedere un'ulteriore cosa.Ho letto blog riguardanti questo disturbo e una possibile causa dicono che sia il fumo di sigaretta.E' un fattore che determina l'insorgere di questo disturbo?Sarebbe un ulteriore motivo per smettere definitivamente.
Sono consapevole che senza una visita specialistica,Vi do' pochi elementi,ma inizialmente volevo qualche delucidazione generica,non essendo molto amante di ambienti ospedalieri,e via dicendo..ovviamente se non in caso di necessità.Purtroppo mi faccio prendere dall'ansia per buona parte delle volte che ho qualche disturbo.
RingraziandoVi ancora,attendo risposta.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
Vi ringrazio per la rapida risposta,e ne approfitto per chiedere un'ulteriore cosa.Ho letto blog riguardanti questo disturbo e una possibile causa dicono che sia il fumo di sigaretta.E' un fattore che determina l'insorgere di questo disturbo?Sarebbe un ulteriore motivo per smettere definitivamente.
Sono consapevole che senza una visita specialistica,Vi do' pochi elementi,ma inizialmente volevo qualche delucidazione generica,non essendo molto amante di ambienti ospedalieri,e via dicendo..ovviamente se non in caso di necessità.Purtroppo mi faccio prendere dall'ansia per buona parte delle volte che ho qualche disturbo.
RingraziandoVi ancora,attendo risposta.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

in presenza di queste "problematiche urologiche” possono essere utili alcune indicazioni anche di tipo dietetico-comportamentale (tra queste anche stop al fumo!).

Infatti si consiglia una vita sessuale regolare ,limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca , formaggi stagionati, ecc .

Lo stesso vale per le bevande come il caffé, il tè,le bibite gassate od alcoliche. Altra cosa importante è bere con intelligenza, se non ci sono altri problemi di medicina generale, ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 2-3 litri di liquidi, soprattutto acqua, smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto.

Combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica.

Spegnere appunto la sigaretta perchè la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica.

Tenere d'occhio la bilancia, spesso perdere peso migliora il quadro clinico. Infatti il grasso accumulato sul giro vita può aumentare la "pressione" sulle vie urinarie e peggiorare i sintomi.

Infine ultimo consiglio ma non meno importante quello di ascoltare sempre attentamente le indicazioni che le darà il suo medico di famiglia e lo specialista urologo che la seguirà.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
non dimentichi di farsi vedere da un collega, che se certe infezioni cronicizzano, poi diventano dure da eradicare. Non drammattizzi, ma agisca. Faccia sapere se desidera.