Utente 855XXX
E' da domenica, ma negli ultimi 5 anni era capitato già alcune volte, che ho la sensazione (più accentuata in piedi che da seduto) di svenire. Ho annebbiamento alla vista, accellerazione dei battiti, sensazione di avere il torace pieno d'aria. Controllando la PA con un apparecchio portatile (bracciale al polso) noto che i valori subito dopo la 'crisi' sono di 140/90 con 98/100 battiti. A riposo invece la PA è di 128/80 con 72 battiti. Dopo un po' di minuti (anche 15/20) sento lo stimolo di urinare, che poi si ripete in un'ora per altre 2/3 volte. Bevo circa 1.5 litri di acqua al giorno, non fumo, non faccio uso di caffè o droghe. Solo 2 bicchieri di vino al di. Capita anche che si verifichino degli episodi di aerofagia. Ho notato che tutto ciò accade dopo il pranzo (non abbondante causa rientro in ufficio). In famiglia ho mio padre iperteso e con diabete tipo II. Il medico di base ha prescritto nel frattempo delle analisi comuni (urine, bilirub, transam, ematocrito) e poi mi prescriverà un ECO CARDIO. Pratico palestra 2 volte a settimana e gioco una prtita di calcetto con glia amici 1 volta a settimana. Peso kg.80 per 173 cm. Sono una persona facilmente impressionabile e ansiosa, e spero che tutto dipenda da ciò, visto che di tanto in tanto per dei disturbi di battito prematuro ho fatto delle ricerche (anche a livello tiroideo) che non hanno portato a nulla confermando la tesi di accumulo di stress. Grazie per la vostra infinita cortesia e disponibilità. Giuseppe.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile sig.re Giuseppe, le lipotimie (così vengono dette le sensazioni di svenimento) possono riconoscere causa cardiogena, neurologica, metabolica. Escluso la causa metabolica da ipoglicemia, va valutata la causa neurologica e cardiologica. In tal senso l'esame principe risulta il cosidetto Head up tilt test praticabile in un reparto di cardiologico provvisto di elettrofisiologia a cui aggiungerei un Holter cardiaco. Se tali esami risulteranno negativi, provveda con la consulenza neurologica.
Cordialmente,
[#2] dopo  
Utente 855XXX

Iscritto dal 2008
Non potrei avere anche dei disturbi a livello della rachide cervicale? Noto che dopo tali crisi, che comunque non portano mai alla totale perdita di sensi, ho dei vaghi doloretti alle scapole e al collo. Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
In effetti anche una eventuale alterazione della colonna cervicale potrebbe essere correlata ai suoi disturbi. In tal senso aggiunga agli esami indicati anche un Rx rachide cervicale e se vi sono alterazioni consulti un ortopedico.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 855XXX

Iscritto dal 2008
Salve. Grazie delle risposte. Ultimamente, in attesa degli esami effettuati in struttura pubblica, sto accusando leggero dolore intermittente alle costole nel lato sinistro dello sterno e senso di peso a livello bronchiale. La temperatura è di 37 gradi, la pressione regolare (125/80 78 battiti) ma il malessere generale è rimasto. Pensavo ad' una forma influenzale non esplicita. C'è da tenere conto poi che devo andare cauto con gli anti piretici in quanto carente di G6PD (FAVISMO). GRAZIE ANCORA