Utente 960XXX
salve,
sono una ragazza di 25 anni, soffro di acne probabilmente per cause ormonali. Dalle ultime visite ginecologiche è risultato che ho ovaio policistico e varicocele pelvico, penso che sia più connesos l'ovaio policistico ma ho preferito precisare entrambel e cose.
Ho notato infatti che quando deve tornare il ciclo o quand osno stressata le bolle aumentano.
non sono eccessive in genere infatti facendo una visita dermatologica ospedaliera non mi sono stati dati consigli veri e propri.
La pillola per ora non la posso prendere e quindi volevo sapere secondo voi cosa devo fare.
Se faccio una visita in ospedale è molto probabile che mi diranno che sono poche le bolle e quindi non necessito di chissà quale intevento ma visite private al momento non ne posso fare.
Io so che non potete dare consigli specifici su medicinali, ma voelvo sapere anche per sommi capi secondo voi come comportarmi.
Le bolle non sono molte ma cmq poco belle esteticamente e a volte aumentano anche parecchio e mi danno molto fastidio.
Prodotti di tipo comune da supermercato ne ho usati molti ma fanno effetto solo per poco tempo poi le bolle tornano di nuovo.
Tempo fa ho fatto ancheu na cura datami da una dermatologa privata e aveva fatto effetto ma ancheli i prodotti sono ostosissimi e non posso usarli per sempre, anche calcolando che ono medicine e non so se posso usarle tanto a lungo.
accetto qualsiasi tipo di consiglio...grazie mille

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Da tale sede, oltre che non corretto, è vietato (linee guida del sito)prescrivere terapie per evitare di creare più danni che benefici e nello specifico l'acne va inquadrata tramite visita reale, poichè segue un algoritmo diagnostico terapeutico(in parole povere in base al tipo di acne ci sono specifiche terapie che poi vanno adattate nel tempo in base alla risposta terapeutica ottenuta).Questo per farle capire proprio perchè nel suo caso è importantissimo poterla visitare e poterla seguire nel tempo(tenendo oltretutto presente l'ovaio policistico di cui è affetta)
Cari saluti