Utente 940XXX
Gentili dottori,
sono la nonna di una bimba di 10 anni. All'età di 11 mesi, in seguito ad una endocardite, la mia nipotina ha subito ben due interventi ( prima si è tentata la ricostruzione e dopo 48 ore si è resa necessaria la sostituzione della valvola mitralica ( valvola meccanica). E' in trattamento con il Cumadin e, in questi giorni ha subito un interveto di embolizzazione in seguito ad una emorragia retro faringea. Dovrà certamente essere sottoposta, nel prossimo futuro, ad intervento di sostituzione della valvola stessa.
La mia domanda:in quali centri (nazionali o internazionali) QUALIFICATI si esegue l'intervento mini invasivo ( laparoscopia?).e' POSSIBILE PRATICARLO IN CARDIOCHIRURGIA PEDIATRICA? Siamo disposti a tutto pur di evitare un ulteriore trauma alla nostra piccina!!!
Aspetto con ansia riscontri alla mia richiesta e ringrazio i dottori che prenderanno a cuore il caso per offrirci una speranza in più!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Genbtile utente, non è attualmente previsto un intervento di sostituzione di valvola meccanica in sede mitralica per via semi-invasiva. Le consiglierei, per vicinanza di rivolgersi eventualmente all'Ospedale Bambin Gesù di Roma rep. di Cardiochirurgia Pediatrica.
Cordialmente,
[#2] dopo  
Utente 940XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore,
la ringrazio per la sollecita risposta...ma avrei ancora qualcosa da chiarirmi. In una delle risposte che voi avete pubblicato,( una signora sessantenne che vi rivolgeva la mia stessa domanda) ho letto che la mitralica può essere sostituita per via intratoracica (quindi con un intervento meno invasivo della sternale)e che i rischi e le problematiche sono sovrapponibili.
La limitazione è riferibile all'età della mia nipotina? E se no, perchè? Spesso ho letto sulle rubriche dei giornali che esistono e si praticano nuove tecniche meno invasive...Ho forse interpretato male?
La ringrazio se vorrà rispondermi e mi scuso per le eventuali mie imprecisioni nell'esposizione del problema.

PS:Spero comunque di ricevere ancora qualche notizia che non azzeri le mie speranze!!
[#3] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
Tra i centri pediatrici migliori d'Italia, le consiglio Roma, Bergamo, Massa. Esistono tecniche mini-invasive di sostituzione mitralica attraverso una incisione di 7-10 cm all'emitorace dx. La mini-invasività presenta alcuni vantaggi: miglior effetto estetico (che però si annulla se un paziente ha già la cicatrice sternale), minor presenza di aderenze pericardiche in caso di reinterventi. Esistono però alcuni svantaggi: l'intervento è più lungo perchè prevede manovre chirurgiche più complesse (incannulazione femorale, utilizzo di pallone intraaortico...).
Considerando che purtroppo la bimba ha già subito una sternotomia da piccola, non vedo grossi vantaggi nell'utilizzare una tecnica mini-invasiva.
Si ricordi che mini-invasività in cardiochirurgia valvolare si riferisce essenzialmente solo ad un fatto estetico e non ad un minor trauma chirurgico.