Utente 102XXX
Salve.

Sono un ragazzo di 18 anni. 4 giorni fa ho avuto ripetuti rapporti sessuali, di notevole intensità, con la mia ragazza. In seguito, subito dopo, ho provato un dolore di media intensità alla "base" del pene, dove l'asta si congiunge con il pube (livello peli, tanto per intenderci). Inoltre ho notato anche una certa sensazione di tensione nella stessa zona ad erezione completa.
A tutt' oggi il dolore persiste, anche se ad essere onesti proprio a causa del dolore io e la mia lei ci siamo limitati alla masturbazione (quotidiana...) e per questo il livello di stress si è mantenuto tale...

Avete diagnosi e/o utili consigli per la mia situazione? Cordiali saluti e grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
una diagnosi non, un consiglio sì. Astinenza per 7-8 gg se persiste problema controllo da un collega. Le diagnosi via e mail sono errate nel 40% dei casi.
[#2] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille del consiglio e della stupefacente celerità! Seguirò il consiglio e nel caso effettuerò la visita. Grazie ancora e buon lavoro!
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
A disposizione per ricevere sue notizie se vuole.
[#4] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Salve. Aggiungo dopo qualche giorno che il problema è sensibilmente "peggiorato". Il dolore è diminuito ma la vena dorsale del pense si è ingrossata e ha formato sulla base del glande una "pallina " dura. andato dal medico, mi ha diagnosticato rapidamente una flebite superficiale e mi ha detto che è sufficiente applicare Reparil gel 1-2 volte al giorno fino allo scomparire del problema.

Commenti? A me sembra poco, ma non essendo io laureato in medicina mi affido in mani più esperte....
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

sembrerebbe una diagnosi corretta ed una terapia idonea.
"riposo sessuale" !!!
cari saluti
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
nulla da obbiettare su diagnosi e terapia. Faccia sapere come vanno le cose se vuole.
[#7] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Rieccomi, per l'ultima volta. Congedo finale, il problema è rientrato senza lasciare tracce e io con cautela ho ripreso l'attività sessuale. Grazie di cuore a tutti voi, che vi siete prodigati per me, dandomi sicurezza nel momento giusto (direi che è un bello shock avere problemi genitali a 18 anni, e quindi un minimo di paura ci sta). Fate un lavoro davvero inestimabile.

Grazie ancora di cuore, e arrivederci.
[#8] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
intanto ha fatto un passo importante: ha rotto il ghiaccio con l' andrologia ed ha imparato che noi non mordiamo. Il chè potrebbe farla sorridere, se non fosse che il tempo medio (medio) poichè un paziente consulti un andrologo è un anno, che si vergognao. Immagini lei cosa ci troviamo di fronte a volte.