Utente 105XXX
Salve egregi dottori spero voi esperti possiate darmi un ulteriore conferma al mio problema. Qualche mese fa prima di natale precisamente sono stato operato nello studio medico di un chirurgo plastico per la correzzione della punta del setto nasale. Un intervento di pochi minuti garantiva il chirurgo. Quando mi presentai per l'operazione non vi era l'anestesista e fu lui a praticarmi delle punture direttamente sul naso. Alla vista dell'ago entrare nel mio viso, vuoi la tensione, vuoi la situazione mi sono sentito malissimo subito dopo l'anestesia. Il medico abbasso il lettino e mi disse che era meglio rinviare la seduta con la presenza dell'anestetista che magari mi avrebbe calmato, essendo io un tipo emotivo.

Qui arrivo al fatto... Mi manco il fiato, diventai pallido e mi sentii svenire... il medico abbasso il lettino e mi ci vollero diversi minuti prima che mi ristabilissi e riprendere il corretto respiro e colorito.

Nell'alzarmi avvertii dolore forte al collo, alla spalla, e alla cervicale andati via dopo qualche giorno ma che mi hanno poi detto imputabili alla paura e alla tensione...

Qualche giorno dopo ho avvertito un episodio di tachicardia che mi ha messo in agitazione e da allora ho in continuazione paura. Dopo l'episodio di tachicardia e dopo qualche giorno ancora sono tornato dal medico fiducioso e mi sono fatto operare questa volta con la presenza dell'anestetista, ed è andato tutto ok.

Ho eseguito ECG vari, Holter ECO cardio, ma non risulta niente al cuore.

Adesso mi chiedo è un discorso ansioso ? Diverse volte ho avuto sensazioni di svenimento e sono stato anche al prontosoccorso, ma tutto è iniziato da quell'episodio che reputo scatenante.

La mia domanda è... una forte paura, o uno svenimento per crisi di panico, che ho avuto nello studio medico può provocare qualche patologia legata al cuore ?

Come mai quei dolori alla spalla e alla cervicale ?

Bastano quegli esami fatti a scongiurare ogni tipo di danno eventuale che ho potuto riportare ?

Sono passati 4 mesi, ma ancora ho a volte cali di pressione e strane sensazioni come formicolii e doloretti alla schiena.

Non fumo non bevo, ho 25 anni, 170 x 72kg... dalle analisi ho il colesterolo a 198 un po altino, ma che con un po di sport e alimentazione mi hanno detto posso ristabilirlo...

Ditemi qualcosa...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:

Quello accaduto nello studio del medico chirurgo parrebbe essere una lipotimia (non si puo' parlare di svenimento ossia di sincope se non c'è una vera e propria perdita di coscienza) di origine verosimilmente vaso-vagale, anche alla luce della negatività degli esami successivamente eseguiti.
Essa è dovuta alla tensione e allo stress nel suo caso determinati dall'intervento. E' la classica reazione che persne particolari hanno per esempio alla vista del sangue. Se, come riferisce, gli accertamenti cardiologici fossero negativi, non si preoccupi e viva sereno.
A disposizione per ulteriori consulti
[#2] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille dottore, se avrei riportato una qualsiasi patologia quegli esami avrebbero dovuto metterla in luce vero ?

Ho letto su internet (maledetto) che gli esami ecg o holter non sono molto attendibili in caso di piccole lesioni in quanto se il cuore tutto sommato non presenta aritmie nel periodo di rilevazione dell'esame, può non venire alla luce nulla.

Nel mio caso, quelle paure possono aver scatenato qualche reazione al cuore ? E' che non mi spiego quel dolore fortissimo al collo e alla spalla quando sono sceso da quel lettino.

Grazieeee davvero
[#3] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:

E' vero che L'holter puo' essere negativo anche in presenza di alterazioni ECGrafiche non concomitanti con l'esecuzione dell'esame, ma è altrettanto vero che la sua giovane età e soprattutto le caratteristiche dei suoi sintomi non lasciano intravedere nulla di grave.
A disposizione per ulteriori consulti