Utente 762XXX
Mia auguro di avere più di un'opinione rispetto al quesito che vado a proporvi: Può una protrusione discale l5-s1 comprimere vie nervose implicate nei meccanismi erettivi ed eiaculatori? Potrebbe direttamente o indirettamente causare alterazioni importanti a livello prostatico e/o testicolare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
per risponderle sarebbe utile conoscere in dettaglio la sintomatologia che lei presenta, e l'eventuale lato, nel caso di disturbi testicolari.
[#2] dopo  
Utente 762XXX

Iscritto dal 2008
Fastidio al testicolo dx (in passato riferito da medici che mi hanno visitato, come epididimite, mai scomparsa totalmente malgrado le terapie, dolore inguinale dx, che si propaga anche a volte sul gluteo dx e sul fianco dx. Eiaculazione precoce (di cui non avevo mai sofferto) e difficoltà nel mantenere l'erezione a lungo. Residuo post-minzionale modicamente superiore alla norma, difficoltà nella minzione. Premetto di accertato di recente di avere problemi sia prostatici, che a livello del distretto venoso cavernoso. A questo punto riformulo meglio la domanda: Diamo per corretta la diagnosi andrologica (sono seguito da uno specialista) stando ai fatti oggettivi di oggi, nella vostra esperienza, una protrusione discale, potrebbe essere a monte di questi problemi o non può esserci alcun tipo di correlazione e devo smettere di considerarla come ipotesi alternativa a tutti i miei problemi?
[#3] dopo  
Utente 762XXX

Iscritto dal 2008
Beh, evidentemente azzardare una risposta o magari porre delle domande, è ben più complicato di quanto un profano come me possa pensare. Grazie comunque.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

vedo solo ora il suo post e le posso rispondere che L5-S1, come livello di disco intervetebrale, è troppo basso per considerare, come significativa, una correlazione stretta tra questo dato clinico ed i suoi problemi sessuali .

Diverso se lei mi parlasse di midollo spinale, di mielomeri ma questi sopo posizionati più in alto rispetto al problema discale da lei citato.

Comunque in questi casi una valutazione neurologica, con eventuali potenziali evocati sacrali ed EMG del piano perineale, non la si nega a nessuno e può avere una sua ragione clinica .

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com


[#5] dopo  
Utente 762XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la risposta Dott. Beretta, approfitto per porre un'altra domanda: secondo lei invece, una protrusione del disco c5-c6, potrebbe in qualce modo influenzare zone che non siano testa, collo, arti superiori?
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

questo è già un livello "vertebro-midollare" che merita più interesse andrologico ed urologico.

Con le dovute cautele interpretative, se desidera avere più informazioni su questi temi le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=59854

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com