Registrati | Recupera password
0/0

Markers tumorali alterati

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2009

    Markers tumorali alterati

    Salve
    Vi scrivo per mia madre che ha 79 anni
    Recentemente ricoverata in ospedale, ha fatto della analisi fra cui una radiografia torace e tac torace
    da quest'ultima risulta:
    nodulo di 3 mm al segmento apicale del lbo sup dx
    nodulo di 3 mm al segmneto anteriore del lobo sup di sin
    nodulo di 5 mm al segmento basale laterale del lobo inf sin
    non versamento pleurico
    Linfonodo calcifico in sottocarenale
    Calcificazioni aortiche
    Alla valutazione CINE-MIP preesenti due minuti noduli di 2 mm al segmento anteriore del lbo superiore di dx; altro di 2 mm al segmemnto anteriore del lobo superiore di sin==========

    Hanno fatto poi i markers tumorali:
    CEA 6.2
    AFP 0.9
    CA15-3 33.5
    CA125 12.2
    CA19-9 0.6
    CA 72.4 1.3



    Mi hanno consigliato monitoraggio TC torace fra tre mesi ed eventualmente sempre fra tre mesi una Tac Addome.
    Eventualmente ( riferito ma non con troppo convinzione) BFS x BAL
    (Mi hanno detto che potrebbe esserci una possibilità negativa, ma al momento non vedono la necessità di "traumatizzare" il paziente, vista anche l'età, con una BFS)

    Che ne pensate?
    Io sono molto preoccupato,per mia madre, ma anche per mio fratello, "single" che vive con mia madre: avendo perso nostro padre lo scorso anno , l'eventuale perdita del secondo genitore potrebbe comportare, per mio fratello, dei seri problemi

    Come devo leggere i risultati degli esami?





  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 94 Medico specialista in: Oncologia medica

    Risponde dal
    2007
    Gentile Utente,
    come procedere dipende anche dalle condizioni di sua madre.
    Visto che a parte i noduli millimetrici polmonari non leggo altro di anormale.
    Ha sintomi specifici relativi ad un qualunque organo?
    Qual'è stato il motivo del ricovero e dell'esecuzione di questi esami?
    In effetti, anche se queste nodulazioni non sono da trascurare, se non c'è avidenza di nessun problema o di altre alterazioni sospette, non rimarrebbe che ripetere la Tc tra 3 mesi come è stato indicato, anche con estensione all'addome.
    Cordiali saluti


    Dr Vito Barbieri
    Dirigente Medico Oncologo
    Catanzaro

  3. #3
    Utente donna
    Iscritto dal
    2009
    La ringrazio tanto per la sua risposta, precisa e pronta, anche in una giornata di festa.
    Il ricovero di mia madre si è reso necessario per accertamenti a seguito di una (trascrivo da cartellino di ricovero) "Ptosi palpebrale ds da sospsetta paralisi incompleta del III n. cranico".Sostanzialmente si è alzata una mattina e non riusciva a sollevare la palpebra ds. All'inizio abbiamo pensato ad un colpo di freddo, ma visto che con il passare dei giorni non migliorava la situazione, abbiamo pensato di approfondire il problema.
    Nei primi dieci giorni ci ha riferito di avere anche il problema di "vedere doppio".
    Durante il ricovero ha eseguito la RSM ENCEFALO E ANGIO RM ENCEFALO, consigliata da un neurologo a seguito del problema sulla palpebra.
    L'esito delle RM è stato comunque negativo, nel senso che ha escluso la presenza di "masse" che premessero sui nervi ( chiedo scusa per l'uso improprio dei termini).
    Questi gli esiti:
    RM ENCEFALO
    Tecnica TSE per immagini T2 assiali e coronali, FLAIR T2 assiali, SE T1 assiali e sagluttali.
    Esame in parte limitato quanitativamente per artefati da movimento.
    Sistema ventricolare in asse, di normale morfologia e segnale.
    Multiple aree gliotiche a livello della sostanza bianca frontale, parietale e subinsulare bilaterale, riferibili ad esiti di sofferenza tissutale vascolare ipossico-ischemica.
    Artrofia corticale a prevaleza frontale.
    ANGIO RM ENCEFALO
    Esaminati i vasi arteriosi del poligono di Willis con tecnica TOF (FISP 3D)
    Ateromasia parietale dei sifoni carotidei.
    Non evidenti significative alterazioni del segnale di flusso arterioso.
    Origine fetale dell'arteria cerebrale posteriore destra.

    E' stato eseguita poi la Tac toracica nell'eventualità di problemi all'apice polmonare.

    Gli altri esami effettuati non denotano altre anomalie, almeno così sembrerebbe, nè le condizioni generali presentano altre alterazioni sospette (anche a detta dei medici).
    Se non è troppo disturbo riporto qui, copiando dal cartellino di dimissione (sicuramente riportando qualche errore):
    Emocromo GR 4.990.000 hB 14.4 Hct 42.8 MCV 85.8
    MCH 28.9 MCHC 33.6 GB 6690 (N 67.2% L 25.1%)(M 7.1 E 0.6% B 0.1%) Piastrine 271.000
    Glicemia 97 azot 46 creatinina 0.55 Na 142 k 3.9 URICEMIA 5
    PCR 0.43 VES 12 GOT 19 GPT 10 Gamma GT 9
    Bil tot 0.57 dir 0.14 indir 0.43 fop .57
    prot.tot 7.5 (alb 4.3 gr/dl gamma glob 15.2% alfa glob 10.3% Betaglob 12.7%)
    CK 77 LDM 390 colestorolo 277 HDL 79 LDL 182 trigliceridi. 82
    INR 1.05 PT 0.71 Fibrinogeno 287

    Es urine= paglierino limpido PT 6.5 p 1014 LEUCOCITI 25
    Hb 25 sedimento: Rare emesia, rari leucociti

    ECG R.S. a f 74/MI; ESA BBD incompleto

    Le chiedo scusa se la tedio, ma alla luce di questi risultati che le ho trascritto, è confermato quanto mi ha detto prima?
    Esclude al momento la BroncoFibroscopia?

    Ringrazio chi vorrà dedicarmi ancora tempo, professionalità e competenza.










  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 94 Medico specialista in: Oncologia medica

    Risponde dal
    2007
    Le manifestazioni cliniche che mi ha descritto non risultano riferibili a processi neoplastici in quanto sono stati correttamente indagati i siti dove si poteva riscontrare qualcosa di rilevante.
    Anche gli altri esami non riportano alterazioni rilevanti.
    La Fibrobroncoscopia non è da escludere del tutto, ma non è molto probabile che riveli qualcosa (nella mia attività quotidiana in realtà per esprimermi in modo più deciso, in questo senso, preferisco vedere le immagini della TAC).


    Dr Vito Barbieri
    Dirigente Medico Oncologo
    Catanzaro

  5. #5
    Utente donna
    Iscritto dal
    2009
    Grazie per il tempo dedicatomi e per la sua disponibilità.
    Quindi, riepilogando, sembrerebbe non esserci niente al momento, salvo a monitorare la situazione fra tre mesi con una tac toracica e /o addome.
    Ho inteso bene?
    Grazie




  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 94 Medico specialista in: Oncologia medica

    Risponde dal
    2007
    Ci sono i noduli polmonari, ma non si può far altro che attendere la prossima TC.


    Dr Vito Barbieri
    Dirigente Medico Oncologo
    Catanzaro


Discussioni Simili

  1. Follow up post intervento
    in Oncologia medica
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 15/04/2009, 22:00
  2. Informazioni su markers
    in Oncologia medica
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29/04/2009, 11:41
  3. Gravidanza, markers tumorali
    in Oncologia medica
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12/05/2009, 16:40
  4. Markers ca19.9
    in Oncologia medica
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 10/03/2009, 19:23
  5. Markers tumorali cea ca 125
    in Oncologia medica
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 21/05/2009, 11:21
ultima modifica:  16/07/2014 - 0,09        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896