Utente 111XXX
Salve a tutti
vorrei avere una informazione perché sono veramente molto preoccupato;
ho 24 anni, non ho mai avuto esperienze sessuali, anzi ho sempre avuto un basso impulso sessuale, con poco desiderio e non sono mai riuscito a masturbarmi, tuttavia ho molto spesso erezioni notturne (con eiaculazione) e, pressoché ogni giorno, erezioni mattutine. Premetto che ho anche una lieve forma di fimosi.

Durante il giorno l'erezione mi si stimola raramente e solo se c'é un reale contatto fisico; ad esempio non ho alcuna reazione guardando filmati erotici. Anche provando con la masturbazione non ho mai ottenuto nessuna erezione, e la stimolazione manuale del pene non mi ha mai generato alcun piacere.
Pensavo che il mio problema fosse dovuto al fatto di non aver mai incontrato la ragazza giusta: da un mese a questa parte ho però conosciuto una ragazza buonissima e dolcissima; stiamo bene insieme, la amo tantissimo, ma ho una grande paura che la potrei deludere, quando si tratterà di arrivare al dunque. Quando sto in sua compagnia mi capita spesso di avere delle erezioni, legate a particolari stimoli sensoriali, che però si esauriscono molto rapidamente, nell’arco di un minuto o due.
Sono molto preoccupato, forse ho aspettato troppo tempo. E’ una situazione risolvibile o sono spacciato? Stavo pensando di contattare uno specialista, vorrei sapere se ce ne sono nella zona di Ancona, quale è il costo medio di una visita, il tempo medio di attesa, e, soprattutto se si tratta di una situazione risolvibile, quanto tempo occorre? È necessario andare prima dal medico di base? E’ bene che ne parli con la mia ragazza?
Ringraziandovi anticipatamente per l’impagabile servizio da Voi offerto, Vi auguro un buon lavoro.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente non si preocupi, non penso che ci sia un reale problema, ovviamente è consigliabile farsi valutare da un andrologo per verificare il caso, ed è anche giusto che ne parli con la sua ragazza.
[#2] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore, le consiglio caldamente una visita Andrologica. A lei la scelta di un accesso diretto in regime libero-pofessionale (privato) o convenzionato. In questo secondo caso necessiterebbe di impegnativa del suo medico curante.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

è abbastanza normale che molti giovani non sentano l'impellente necessità di masturbarsi ed abbiano reazioni come lei descrive.
E' abbastanza normale che un maschio che arriva alle prime esperienze sessuali, magari un po' in ritardo, possa avere una reazione "ansiosa" che lo porti a manifestazioni erettili un po' insolite ed insicure.
Veda di viere questa sua esperienza in maniera spontanea con tutti i normali passaggi di petting, stimolazioni genitali reciproche, tentativi di rapporti completi...se il suo pene non sembrasse rispondere in maniera normale allora potrebbe consultare uno specialista andrologo. Anche alla Urologia della Università ne troverà di capaci
cari saluti
[#4] dopo  


dal 2010
Salve a tutti

Innanzi tutto grazie infiniti per le risposte al precedente post;

volevo aggiornare la mia situazione e chiedere ulteriori chiarimenti;
sono stato da uno specialista andrologo, il quale mi ha visitato e mi ha detto che è tutto ok. Mi ha prescritto analisi del sangue per i valori ormonali, dalle quali è in seguito emerso che è tutto perfettamente nella norma (ho mostrato i risultati al medico di base). In data odierna ancora non ho avuto rapporti sessuali con la mia fidanzata ma più di una volta ci siamo andati vicino; ora sono comunque molto più tranquillo (anche lei se ne è accorta) e le erezioni quando sto in sua compagnia sono ben più durature e regolari, per cui almeno questo problema non dovrebbe più sussistere.

Aggiungo ora un nuovo inciso: vi prego di perdonare l’eventuale confusione e soprattutto la mia ingenuità ma solo in queste ultime settimane sto veramente prendendo conoscenza di queste cose, dopo anni di completo disinteresse verso la sfera sessuale.

Io non ho avuto mai e non ho tuttora l’esigenza di masturbarmi, e per questo non mi sono mai, dico mai masturbato; non ho mai avuto eiaculazione volontaria, né penso di avere mai avuto un orgasmo, né di avere avuto mai finora fantasie o desideri sessuali; solo ultimamente mi sono accorto di cominciare ad averne qualche piccolo accenno nei sogni.
Nonostante tutto questo di notte e al mattino ho le erezioni; a volte al mattino quando mi sveglio trovo le mutande bagnate; anche quando sto con la mia ragazza a volte le mutande si bagnano, ma in entrambi i casi si tratta di un liquido trasparente e vischioso che esce senza spruzzo e che nulla ha a che vedere con il classico sperma.
Ricordo però che a volte di notte ho sentito come una specie di spruzzo; purtroppo non ho mai avuto l’accortezza di andare a vedere se si trattasse di liquido bianco o trasparente.
Solo un’unica volta, diversi mesi fa, ricordo di aver visto una sostanza molto densa, bianca-giallastra, uscita durante una polluzione mentre dormivo.

Come è possibile tutto questo? A cosa possono essere dovute queste anomalie? Di cosa si può trattare?

Purtroppo durante la visita andrologica ero talmente concitato che mi sono dimenticato di fare presente anche questo problema al dottore. Potrei avere da voi un consiglio?

Cordialissimi saluti.


[#5] dopo  
Dr. Armando De Vincentiis
52% attività
20% attualità
20% socialità
MARTINA FRANCA (TA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
gentile ragazzo non si tratta di anomalie ma di normali reazioni fisiologiche delle quali, vista la sua inesperienza,deve ancora prendere conoscenza. Io le consiglierei un colloquio con uno psicologo-sessuologo affinchè possa discutere di come affrontare le sue nuove esperienze sessuali.

cordialmente.
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Santonocito
52% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
> da un mese a questa parte ho però conosciuto una ragazza
> buonissima e dolcissima

Gentile ragazzo, il punto qui non è come la ragazza sia o non sia. Il punto è: a lei la ragazza piace davvero, oppure no? Perché se le piace, allora è probabile che questa sua mancanza di sicurezza sia da far corrispondere alla mancanza d'esperienza.

E se fosse davvero così, una buona scelta sarebbe intanto occuparsi di "far pratica" senza preoccuparsi troppo di ciò che arriverà. Quando incontrerà una ragazza che le piacerà davvero, lo saprà senza bisogno di doverselo chiedere.

Nel frattempo completi gli accertamenti che ha iniziato con il suo andrologo, ed eventualmente consideri l'opportunità di rivolgersi a uno psicologo/psicoterapeuta per una consulenza.

Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

credo lei abbia fatto il percorso corretto: estrema "ingenuità", assenza di masturbazione ( che non è obbligatoria), scoperta del "mondo sessuale", scoperta delle sue reazioni fisiche ( erezioni, secrezioni uretrali..) visita andrologica che esclude patologie rilevanti....
Non mi porrei troppe domande, aspetti serenamente l'evolversi naturale delle cose...
ci tenga informati
cari saluti
[#8] dopo  


dal 2010
Gentili dottori
Grazie ancora per le risposte ai post precedenti
Scrivo ancora per parlare delle evoluzioni della mia vicenda, che ahimè, non sono molto buone...
La fatidica prima volta c’è stata: io ero molto tranquillo, nei preliminari è andato tutto ok, ma poi ho perduto l’erezione una prima volta subito dopo aver messo il preservativo, ma subito è intervenuta lei, e l’erezione come di botto è ritornata; abbiamo incominciato il rapporto, c’è stata la penetrazione, ma dopo poco (non so di preciso quanto, un minuto, due...boh!) ho perso nuovamente l’erezione senza che nulla sia uscito; lei è stata comunque soddisfatta, io un po’ meno.
Quella che sarebbe dovuta essere la seconda volta, alcuni giorni dopo, è stato un vero disastro: fin da subito, durante i preliminari ho cominciato a sentire che l’erezione andava e veniva continuamente e rapidamente...ma non è normale!!! Mi sono fatto prendere dal panico, alla fine l’erezione era sparita completamente e non c'è stato verso di farla tornare: io, come lei, ci sono rimasto veramente male: non si è potuto più fare nulla... io non ci capisco più nulla, non vorrei rovinare il magnifico rapporto che si è instaurato tra noi due, ma che cosa ho? cosa devo fare? Devo riprovare? Oppure devo veramente recarmi da uno psicologo?

Grazie in anticipo per le risposte
[#9] dopo  
Dr. Giuseppe Santonocito
52% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
> non vorrei rovinare il magnifico rapporto che si è
> instaurato tra noi due

È possibile che sia proprio la paura di ciò che glielo sta rendendo più probabile.

Se ha esitazioni a recarsi da uno psicologo, forse non ci andrà mai. Quindi può leggere quest'articolo, che sta dalla sua parte:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=86492

Cordiali saluti
[#10] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

la "cilecca" nei primi rapporti, specie in chi li organizza da tempo, è più una regola che non il segno di qualche malattia.
Non drammatizzi il fenomeno, faccia come la sua ragazza che ha saputo apprezzare gli aspetti positivi del vostro interscambio sessuale e continui ad avere altri incontri non finalizzati alla penetrazione vaginale ma al piacere sessuale
Cari saluti