Utente 111XXX
premetto che la mia storia è piuttoto infrequente. Ho cominciato ad avere rapporti a 18 anni e ho smesso a 20, un po' per scelta personale un po' per mancanza di opportunità.
Ho sempre avuto il pene ricurvo verso il basso, il che non impediva rapporti e masturbazione.
Da qualche anno riscontravo una riduzione delle erezioni; anche al mattino il penesi presentava semirigido. Non ci ho dato peso, l'ho attribuito a una mancanza di stimoli, fin quando un mese fa mi è capitato di non riuscire a penetrare la partner in un incontro occasionale. Ho riprovato in seguito a masturbarmi, ottenendo un'erezione appena migliore ma - a mio avviso - non sufficiente per una eventuale penetrazione.
Ammetto di essere spaventato. Ho appena fissato un appuntamento con il professor Vaccari- che mi dicono essere fra i migliori specialisti in Italia; se necessario si può rimuovere il nome. Intanto le mie domande sono:
1. può la lunga inattività generare impotenza temporanea? si può porre rimedio?
2. è possibile che la curvatura del pene abbia nel tempo contribuito a generare un deficit erettile?
3. in tal caso, quali sarebbero le possibilità di recupero in età adulta, senza l'impianto di protesi?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
il pene curvo non provoca deficit erettivo se non per vergogna. Astinenza non c' entra nulla. La protesi a vent' anni? Una schifezza. Possibilità di recupero? si affidi ad un bravo andrologo, che li recuperiamo tutti. A livello pubblico consiglio il San Paolo o il San Raffaele, a livello privato il collega Beretta.
[#2] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
dottor Cavallini,
la ringreazio per la sua cortese e rapida risposta. Devo però specificare che non ho 20 anni bensì 35. Ebbene sì, non ho rapporti da 15 anni... perciò sottolineavo la singolarità del mio caso.
Alla luce di questo nuovo dato, cambia qualcosa?
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Anche a 35 anni la protesi è una schifezza, e per il resto non vedo grandi differenze. Non cambia granchè. Scusi se non ho visto bene l' età, ma sa alla mia età son squercio un bel po. Scusi ancora.