Utente 110XXX
Salve,
ho 35 e ho già scritto nei giorni scorsi perchè mi è stata diagnosticata un'ipertrofia al ventricolo destro.
Premetto che in 35 anni di vita non ho mai accusato particolari sintomi.
Da quando ho saputo di avere questa ipertrofia invece ho iniziato ad avvertire dolori al torace, in particolare alla bocca dello stomaco, leggermente spostati sulla destra.
In seguito alla diagnosi per ipetrofia ho effettuato sia un Holter che un test da sforzo che sono risultati negativi per aritmie e anche per eventi anginosi.
Sottolineo inoltre che il dolore si fa vivo in genere nelle prime ore del pomeriggio e scompare la sera. In questi giorni, su permesso del mio medico curante, ho continuato a svolgere una moderata attività fisica, ma il dolore non mi sembra in relazione diretta con lo sforzo fisico.
Possibile che tutto questo derivi solo da uno stato ansioso? Possibile che Holter e test da sforzo non abbiano evidenziato eventuali problemi di angina pectoris? C'è un modo certo per verificare se si tratta effettivamente di sintomi della mia patologia o meno? Grazie in anticipo per le risposte che vorrete darmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ercole Tagliamonte
24% attività
0% attualità
12% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
il solo fatto che non ha mai accusato alcun sintomo sino a quando non le è stato parlato di queste alterazioni a carico del ventricolo destro, depone per una non diretta correlazione tra sintomi e quadro cardiaco.
La negatività dell'Holter e del test da sforzo non permette ancora di escludere la displasia aritmogena del ventricolo destro, che se ad uno stato ancora latente potrebbe anche non dare alcun sintomo. Pertanto le consiglio di effettuare, com consigliatole, la risonanza magnetica, esame in grado di dirimere i dubbi.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la solerte risposta. Le rubo solo un'altra consulenza. All'altezza della bocca dello stomaco e della prima costola destra avverto dolore (forse meglio dire fastidio) anche se premo con le mani. Può essere sintomatico anche nel caso di un problema cardiaco? Grazie e scusi ancora per l'abuso della sua disponibilità.
[#3] dopo  
Dr. Ercole Tagliamonte
24% attività
0% attualità
12% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
se il dolore é continuo difficilmente é di origine cardiaca, ancor più se aumenta premendo con le mani