Utente 250XXX
Salve a tutti :)
30 anni, 1,81 di altezza e 78 kg.
Allora, vi descrivo questa strana cosa che mi accade ogni tanto...

Il più delle volte non ho nessuna difficoltà a fare nessuno sport, e il fisico risponde correttamente ad una

situazione di fatica importante. Tipicamanete bici e Calcio.

Purtroppo però a volte capita nel calcio una cosa davvero strana (gioco in un campionato figc(non professionistico) perciò di partite ne ho fatte parecchie).

Qualche volta accade, senza che io riesca a capirne i motivi, che il cuore cominci a battere molto più forte del
normale, e non intendo solo come frequenza di pulsazioni...sembrano dei battiti veramente più "forti" dei normali battiti sotto sforzo,intendo propio mettendo la mano sul cuore; e in più, in questa situazione non riesco più a
respirare correttamente, mi tocca in qualche modo limitarmi e cercare di tirare il fiato.

Insomma, non respiro normale come nelle altre situazioni in cui sono sotto sforzo.
E' una sensazione di quasi totale mancanca d'aria.
Devo dire che gli esami medico sportivi(quindi con prove sotto sforzo, spirometria ecc), che faccio ogni anno da SEMPRE, non hanno mai evidenziato nulla di che al cuore, ne ho mai avuto occasione di dire i miei dubbi al medico di turno che la eseguiva di volta in volta.

Ma insomma, che roba eh?

E se è normale, come devo fare per farla passare velocemente, mentre sto nel bel mezzo di una partita, e non
limitare così la prestazione sportiva ?

Grazie!
P.s. Non fumo e seguo un alimentazione corretta! :)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
pur essendo una sintomatologia aspecifica, ritengo indicata e utile una valutazione cardiologica eseguita da uno specialista cardiologo(che non viene eseguita durante la visita per il rilascio del certificato di attività sportiva agonistica).
A disposizione per ulteriori consulti
[#2] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2007
Grazie della riposta.

Ma...che significa "sintomatologia aspecifica" ?

Immagino cmq che dabba andare dal medico di base e farmi fare un impegnativa per una visita cardiologica, no?
[#3] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Per aspecifica si intende un sintomo che non presenta chiaramente le caratteristiche di una determinata patologia, ma che ha caratteristiche comuni a molti apparati.
Nel suo caso per esempio potrebbe essere determinato per esempio da transitori incrementi della pressione arteriosa, da piccole aritmie, da scarso allenamento, da problemi respiratori etc.
Spero di aver chiarito i suoi dubbi determinati dalla mia precedente risposta.
[#4] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2007
Bhè no escluderei lo scarso allenamento :)
Dato che 2 giorni prima magari sono in forma strepitosa...
insomma sembra una cosa che capita piuttosto a caso.

Altra cosa che mi sono scordato di spiegare:

Anche appena mi fermo (dalla prestazione sportiva, e mi faccio una doccia), le pulsazioni continuano ad andare in maniera vertiginosa, e la sudorazione continua abbondante per almeno una mezz' ora, pur stando immobile.

Sudorazione notevole , ripeto.

Per dire, venerdì allenamento super, ero appunto in formissima. Domenica partita, e mi succede questa strana cosa del problema cuore, respirazione.

Lunedì e martedì due partite a calcetto a ritmi buoni, di un ora e mezza ciascuna.
Nessun problema.

Davvero strano...
[#5] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Per questo le consiglio una visita cardiologica.
Mi faccia sapere.