Utente 115XXX
Gentile medico volevo esporle il mio problema. è da circa 2 mesi che ho dolori alla gamba destra cominciati in sordina e aumentando fino ad impedirmi la corretta deambulazione. Il mio medico ha ipotizato una discopatia confermata dala RM potrusione L4 L5 comincio la terapia farmacologica e fisiotarapia senza nessun risultato anzi con dei peggioramenti. Il mio fisioterapista dopo 3 sedute mi dice di fare una RX al bacino e all'anca dx, vi espongo i risultati della rx e della successiva RM. Mi piacerebbe una vostra diagnosi.
RX
L'esame rx del bacino mostra lesione osteolitica a localizzazione nel tratto metadiafisario prossimale del femore dx, di circa 8 cm, con coinvolgimento della corticale spesie sul versante laterale, senza segni Rx apprezzabili di sconfinamento nei tessuti molli circostanti; tale lesione necessita di valutazione con esame RM
RM
A carico del terzo mesiale del femore dx si conferma l'esistenza di alterazione strutturale ossea, di aspetto osteolitico, con prevalente sviluppo endospogioso, interuzzione focale della corticale ossea e iniziale coinvolgimento delle parti molli (max 3x6 5x2 cm)

Ho capito essere un fibroma che sta usurando l'osso il mio medico mi ha rassicurato dicendo che molto spesso sono benigni ma è proprio il molto spesso che mi preoccupa. la prossima settimana su suggerimento del mio medico vado a firenze al cto e spero di risolvere, nell'attesa vorrei sentire il vostro parere, e magari approssimativamente che tipo di intervento dovrei fare so che gli elementi non sono tanti. La mia paura da ignorante in materia è, come può una cosa apparentemente benigna fare così male e lesionare cosi tanto un osso?
Vi ringrazio buon lavoro Anna.
[#1] dopo  
Dr. Antonio Valassina
48% attività +48
16% attualità +16
20% socialità +20
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile signora
risponderle a distanza non e' possibile. Solo una visita con valutazione clinica e la visione degli esami permette di porre una ipotesi diagnostica.

Tenga conto comunque che se si tratta di fibroma il dolore e' assente e dunque e' possibile che la causa dei suoi fastidi sia di altro tipo.

Segua quanto le verra' suggerito dai colleghi del CTO di Firenze.

Cordialmente

Dr.A.Valassina
[#2] dopo  
Utente 115XXX

Iscritto dal 2009
LA RINGRAZIO PER LA SUA CELERE RIPOSTA ATTENDERO' GLI ESITI DELLA VISITA SPECIALISTICA E LE AUGURO UN BUON LAVORO.