Utente 115XXX
gentili Dottori,
Sono un paziente di 31 anni ed yo subito un intervento nel 2005 per l asportazione di una massa di 2,35 Kg risultata essere teratoma immaturo con un 10% in massa si seminoma. La massa era contigua con il Timo e anke questo è stato rimosso. sul torace c è un taglio di sviluppo di 45cm con sposatamento di 2 costole e di fatto il taglio dello sterno e di 5 costole in totale...
sento continuamente dolore dopo 5 anni quasi..ma ci sono delle punte spesso insopportabili...inoltre io ritengo di non essere abile al lavoro al 100%
vorrei kiedere l invalidità civile ma non o capito bene ke documenti produrre...
[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buonasera,

dalla sua storia mi sembra di capire che il tumore sia stato tolto per via sterno-toracotomica: dovrebbe tuttavia indicare cortesemente il tipo di incisione (a forma di "L",hemi-clamshell, oppure sottomammaria bilaterale con sezione trasversale dello sterno, o clamshell), magari indicando quanto scritto sulla lettera di dimissione del 2005.

Sostanzialmente questo tipo di dolore nevritico cronico dopo incisioni chirurgiche come quelle indicate sono frequenti, così come la possibilità di avvertire sensazioni di peso sulla ferita, formicolii o sensazioni tipo caldo o freddo - tipiche delle neuropatie periferiche post-chirurgiche.
Esistono in commercio dei farmaci indicati in questi casi (ad esempio con principio attivo Pregabalin), da modulare a seconda del tipo e delle caratteristiche del dolore per terapie nel medio-lungo periodo (ovviamente sotto controllo del medico di base o dello specialista).

Per quanto riguarda l'invalidità può presentare la documentazione sanitaria in suo possesso alla ASL per una valutazione da parte degli specialisti competenti (medicina legale).
Tuttavia ritengo più probabile il riconoscimento di un'indennità parziale.

Sperando di essere stato di aiuto porgo i miei più cordiali saluti