Utente 100XXX
Cordiale staff di Medicitalia,
sono un ragazzo di 21 anni e da anni sono infastidito sempre dallo stesso fenomeno, ovvero una eccessiva sensibilità del glande; per eccessiva intendo anche durante una doccia quando l'acqua colpisce la parte...oppure durante su semplice rapporto orale...ho sempre questo fastidio...il medico di base mi ha consigliato di tenere il glande scoperto durante la giornata per favorire una certa cheratinizzazione e quindi una desensibilizzazione della parte...ma non so se questa pratica possa aiutarmi piu' di tanto...quindi chiedo a voi come posso affrontare questo problema, anche alla luce del fatto che sarebbe difficile per me parlarne con i miei genitori percè la ritengo una cosa molto intima e allo stesso tempo sarebbe complicato fare una visita specialistica...
rimango in attesa di una vostra pronta e cordiale risposta...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
mi sa che invece le tocchi fare una cosa complicata: visita specialistica, poichè l' eccessiva sensibilità del glande può dipendere da fenomeni psicologici (ansia, emotività) ovvero da infiammazioni urogenitali o cutanee localizzate al glande. E di qua non possso dirimere il dubbio.
Ne parli coi suoi genitori che saranno lieti di darle una mano: se ha mal di pancia glielo dice, si abitui a trattare i problemi genitali come gli altri.
Faccia sapere se vuole.