Utente 151XXX
buonasera , per ogni utile commento riporto gli ultimi esami sangue in divisione immunoinfettivologia effettuati :
CD3+ 45%
CD4+ 24%
CD8+ 14%
CD19+ 17%
CD16/56 32%
CD4/CD8 1,7%
HLA-DR+ 18%
DR+CD4+ 2%

TAS 167
C3-C 122
C4 25
IgA 182
IgG 1109
IgM 117
IgE Totali 94.27
EMOCROMO COMPLETO
GLOBULI BIANCHI 4.25
GLOBULI ROSSI 5.25
EMOGLOBINA 16.0
EMATOCRITO 45.0

VALORE GLOBULARE MEDIO 85.8
M.C.H. 30.5
M.C.H.C. 35.5
R.D.V. 13.0
H.D.V. 2.83
PIASTRINE 193
M.P.V. 8.0
NEUTROFILI% 62.2
LINFOCITI% 27.1
MONOCITI% 5.9
EOSINOFILI% 1.7
BASOFILI% 0.4
LUC% 2.7
NEUTROFILI 2.64
LINFOCITI 1.15
MONOCITI 0.25
EOSINOFILI 0.07
BASOFILI 0.02
LUC 0.11
SIEROLOGIA INFETTIVA :
STREPOTZYME POSITIVO
STREPTOCHINASI POS. 1:320
CMV NEGATIVO
EBV NEGATIVO

ADENOVIRUS
anticorpi IgG 1:64
ADENOVIRUS
anticorpi IgM ASSENTI

CHLAMYDIA trachomatis
anticorpi IgG <1:16
anticorpi IgM ASSENTI

MYCOPLASMA pneumoniae
anticorpi IgG 1:16
anticorpi IgM ASSENTI

VIRUS DI EPSTEIN BAR

anticorpi anti VCA IgG PRESENTI
valutazione quantitativa >=750UA/ml

anticorpi anti VCA IgM PRESENTI
valutazione quantitativa 46 UA/ml

anticorpi anti EBNA IgG PRESENTI
valutazione quantitativa 102UA/ml

VIRUS HERPES SIMPLEX 1/2 (HSV1/2)
anticorpi IgG PRESENTI
valutazione quantitativa 8.40 UA/ml
anticorpi IgM ASSENTI
valutazione quantitativa <0.9 UA/ml

VIRUS HERPES SIMPLEX tipo 2 (HSV-2)
anticorpi IgG ASSENTI
valutazione quantitativa <0.9 UI/ml

VIRUS VARICELLA ZOSTER (VZV)
Anticorpi IgG PRESENTI
valutazione quantitativa >=10000 mUI/ml
anticorpi IgM ASSENTI
Grazie per ogni vostro utile commento.
N.B. tali analisi sono da correlare ai vari disturbi che ho da mesi già postati su questo sito.
Grazie ancora

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Caro amico, certamente la positività verso pregresse infezioni virali ha modificato il Suo quadro immunologico. Dovrebbe cortesemente descrivermi la Sua sintomatologia e le ragioni si è sottoposto ad uno screening così accurato. Sappia comunque che possiamo intervenire con un adeguato approccio omeo-immuno-terapico. A presto.
www.smige.net
[#2] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2006
Grazie per la veloce risposta le inserisco di seguito i passaggi che mi hanno portato a questo punto..:
Ottobre 2004 Tumore testicolo dx , seminoma con percentuale pari al 10-15 % di carcinoma , subito orchiectomia dx , dicembre subita linfoadenectomia lomboaortica sx (19 linfonodi asportati tutti negativi) giugno subita linfoadenectomia introaortocavale (1 linfonodo con metastasi da seminoma puro) nel contempo asportata la coliciste per calcoli , Luglio effettuati 4 cicli di radio terapia.A Novembre 2005 subita operazione per ernia inguinale bilaterale.
A seguito di questo .... ,ho effettuato in data 29.05.2006 una ecografia regione parotidea sia dx che sx dove l'esito è stato il seguente : "Non si riconoscono immaggini di riferimento patologico , a dx nel prolungamento masseterino si riconosce piccolo linfonodo con morfologia conservata del diametro max di 4-5 mm . Nulla di rilevante a carico delle ghiandole sottomandibolari.Nel terzo medio lobo tiroideo di sx si rileva una formazione nodulare ipoecogena del diametro max di 6mm (già cosi in settembre), avascolare al power doppler. La trachea ed i fasci vascolo-nervosi del collo sono in asse.In sede laterocervicale si riconoscono alcuni linfonodi,con morfologia conservata del diametro max inferiore al cm."
Tale ecografia è stata eseguita per vari dolori che presento da circa 7 mesi sia all'orecchio dx che lungo la fascia mandibolare dx con dolori anche sotto la mandibola sempre dx.Ho eseguito visite ortodontiche e otorinolaringoiatriche senza che nessuna possa aver evidenziato nulla di particolare tranne una malocclusione di terza classe per la quale mi è stato consigliato l'uso del bite.
Per i suddetti dolori sono state effettuate anche una lastra emimandibola dx e un ortopanoramica che non hanno evidenziato nulla.Il giorno 14.06.2006 ho eseguito una tac encefalo rocca e mastoide con particolare attenzione forame acustico interno ,senza contrasto.
Dove il risultato è stato il seguente :"Sistema ventricolare di normale morfologia e in sede.Non alterazioni densitometrichedei tessuti encefalicie dell'orecchio."
Eseguita cura antibiotica per una settimana con Augmentin ed il dolore all'orecchio è diminuito ma in tutte le altre parti del viso e mandibola gola e collo lato dx no.
Vi sono infinitamente grato
P.S. : Effettuata altra eco in data 21.06.2006 risulta uguale a quella del 29.05.2006.
24.08.2006 I dolori all'orecchio si sono attenuati dopo aver preso (su consiglio dell'ennesimo otl ) zitromax per 6 gg più cortisone in gocce , ma purtroppo sono aumentati i dolori sotto l'orecchio lungo la mascella e sotto la mandibola .
Presento inoltre una bolla (bozzo) sulla lingua da circa 60 gg ormai già controllata da vari otl i quali mi riferiscono solo di non preoccuparmi.
11.10.2006 Effettuata risonanza magnetica del massiccio facciale e atm dalla quale si evidenzia ispessimento della parete mucosa in relazione a patologia infiammatoria , in corrispondenza delle celle etmoidali.
A seguto visita immunologo sono in cura da pochi giorni con immubron e zelitrex 2 compresse gg per tre mesi.
Da qualche giorno inoltre presento forte eruzione cutanea nella parte bassa del viso , mento guance bocca soprattutto guancia dx.
Grazie ancora e scusate il messaggio troppo lungo.
[#3] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Ora è tutto più chiaro... Anzitutto occorre proteggerLa sul piano oncologico, anche se la neoplasia è in remissione e certo sarà sottoposto a follow-up. Per questo suggerirei il seguente approccio immuno-omeopatico:
* 2LC2 LABO'LIFE- Sciolga in bocca il contenuto di 1 capsula al dì, lontano dai pasti ed in ordine progressivo (le capsule sono numerate nei vari blister)
* CARBONILGRUPPEN - 1 fiala sublinguale ogni martedì, lontano dai pasti
* RHODIZONSAURE - 1 fiala sublinguale ogni venerdì, lontano dai pasti
N.B.- NON superare mai il dosaggio sopra indicato! Attendo aggiornamenti.
A presto. - www.smige.net
[#4] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2006
Grazie per la risposta e soprattutto grazie per averlo fatto addirittura di domenica ... volevo cortesemente sapere se la cura da lei indicatami e effettuabile mentre prendo zelitrex ed immubron...
Domani ho la tac di controllo ...speriamo bene...
Ancora grazie
[#5] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Nessun disturbo è mio dovere!
Proceda pure parallelamente con le due terapie.
A presto - www.smige.net
[#6] dopo  
10161

Cancellato nel 2009
Analizzando dall’inizio le sue domande, ho ricostruito la sua anamnesi, infatti esami posti senza alcuna sintomatologia, hanno pochissimo senso, invece ricostruendo dall’inizio, ottengo chiarezza e spiegazione della patologia che lei presenta e della sua progressione.

Chiaramente, lei ha una tiroidite, dimostrata dalla ecografia: “Nel terzo medio lobo tiroideo di sx si rileva una formazione nodulare ipoecogena del diametro max di 6mm (già cosi in settembre), avascolare al power doppler.” con i linfonodi reattivi: “alcuni linfonodi,con morfologia conservata del diametro max inferiore al cm. piccolo linfonodo con morfologia conservata "
I suoi dolori derivano dalla infiammazione subita dalla ghiandola per la produzione di autoanticorpi che stanno distruggendo le cellule; esame che non ha eseguito, perché tutti hanno cercato motivazioni odontoiatriche, ma sotto la mandibola, anatomicamente si trova anche la tiroide; ghiandola analizzata dall’ecografista, di cui nessuno ha tenuto conto.
In cui linfonodi, è presente il virus di Epstein-Barr, che ha stimolato la produzione di anticorpi contro la tiroide attraverso il mimetismo molecolare, errore effettuato dal sistema immunitario; pertanto non ha avuto effetto la terapia antibiotica e cortisonica, soprattutto, perché il virus è ancora presente nell’organismo.
Il virus di Epstein-Barr ha la proprietà di vivere in forma latente nelle cellule, soprattutto del sistema linfatico, per lungo tempo e cominciare a produrre guai, fra cui possibilmente anche quel K formato da seminoma con 10-15% di carcinoma, infatti crea una lieve immunodeficienza.
Così la terapia con il bite, non poteva avere effetto.
Gli esami che lei ha effettuato, dimostrano la immunodeficienza, con una variazione dei linfociti CD4 e CD8, CD16/56, variazione del rapporto neutrofili-linfociti. Questa ha permesso l’ingresso di molti virus e batteri che hanno ulteriormente creato problematiche ed acuito l’infiammazione: Adenovirus, Chlamydia, Mycoplasma, Herpes eVaricella Zoster, premonitore della infezione da Herpes Zoster, virus che ha la capacità di annidarsi a livello dei nervi, anche quelli del collo; tutto questo stimola il sistema a produrre la febbre.

Lei il scritto sabato 2 settembre 2006 - ore: 10.33.33, pone una domanda inerente alla prostatite, di cui non aveva fatto menzione nella domanda precedente del 31 Agosto, con “ho sempre un dolore nella zona compresa tra l'ano e i testicoli,” la quale ha difficoltà di guarigione, menziona il proteus, che è andato via con la cura antibiotica, ma lei ha gli anticorpi anti Chlamydia e Mycoplasma, positivi, che indicano la probabile presenza di questi batteri intracellulari nella sua prostata, che per questa caratteristica, difficilmente sono eradicabili, anche con iniezioni dirette nell’organo. Consideri che lei ha una immunodeficienza creata dal virus di Epstein-Barr, per cui difficilmente avrà la possibilità di eradicare questi batteri, se prima non interviene sull’EBV. Infatti quelle bolle sulla lingua, sono l’espressione del tentativo del sistema immunitario di eliminare quegli agenti patogeni che lo stanno disturbando, con la risposta immunitaria immediata.

Come vede, una analisi degli esami eseguiti, conduce alla risposta, da cui deriva la terapia: il virus di Epstein-Barr, che è stato il primo a entrare e a provocare tutta la progressione patologica.
Saluti

moschinialberto@medicitalia.it

alberto.moschini@fastwebnet.it



[#7] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Caro amico, l'esimio Collega Le ha fornito un'ampia esposizione fisiopatologica a sostegno del Suo quadro clinico che, per esperienza tratterei con * 2LEBV LABO'LIFE - Sciolga in bocca il contenuto di 1 capsula al dì, lontano dai pasti ed in ordine progressivo (le capsule sono numerate). A presto.
[#8] dopo  
10161

Cancellato nel 2009
Il farmaco indicato è un ottimo farmaco, ma non completa la eradicazione del virus, di cui poi bisogna essere sicuri che è andato via. Pertanto, occorre calcolare quanti sono presenti, quali altri agenti patogeni risiedono nell’organismo, il motivo per cui il suo sistema immunitario, ha permesso l’ingresso e la permanenza del virus. Tutto questo va attentamente considerato ed osservato.
La sola prescrizione di un farmaco, impedisce tutto questo ed anche la personalizzazione della terapia, che è la parte basilare del trattamento biologico che applico.
Il virus va eliminato completamente. La prescrizione dei farmaci biologici deve essere personalizzata, con una conoscenza approfondita della persona in esame e del suo sistema immunitario. Va percorso tutto l’iter farmacologico per riequilibrare il sistema immunitario del soggetto, che segue tutta la progressione della patologia in atto e di quelle che eventualmente, erano presenti.
Saluti

moschinialberto@medicitalia.it

alberto.moschini@fastwebnet.it