Utente 116XXX
Buongiorno a tutti,
vorrei gentilmente sottoporre alla Vs attenzione il mio caso:
sono un ragazzo di 29 che (purtroppo) fino a poco tempo fa mai si era sottoposto a visita andrologica.
Un po' per scrupolo l'ho fatto di recente e mi è stato diagnosticato (ho fatto due eco-dopler in diverse strutture per conferma) un varicocele di 4grado al testicolo sx.
Il mio andrologo di fiducia ha altresì analizzato il mio liquido seminale, di seguito i risultati dello spermiocitogramma:
-volume 4,7
-ph 8,1
-liquefazione omogenea, fluidificazione fisiologica, aspetto fisiologico, viscosità normale
- concentrazione 22.00
- concentrazione tot. 103.4
- presenza di leucociti (causa immagino ascrivibile a prostatite per cui assumo da ca. 1 mese fortilase 3xdie), detriti cellulari, cellule epiteliali, lipidi
MOTILITA'
- progr. rapida dopo 1h 5%
- progr. lenta 15%
- non progr. 30%
- immobili 50%
MORFOLOGIA
- anomalie nella testa 40%
- anomalie collo e tratto intermedio 26%
- anomalie flagello 21%
- residui citoplasmatici 5%
- forme normali 8%.
Dalle analisi del sangue risultano invece questi valori: estradiolo 22,6 - fsh 10,4 - lh 4,7 - testosterone 6,74 - prolattina 8,2.
Dopo essermi scusato per essere stato così prolisso nei dati vorrei permettermi di chiedere un Vs parere sul mio quadro clinico. Ricordo che al momento non sto cercando di avere figli ma non vorrei neanche in futuro pregiudicarmi questa possibilità.
L'andrologo che mi ha visitato mi ha suggerito - in tempi brevi preferibilmente - un intervento di legatura intrainguinale per risolvere il varicocele e successivamente verificare nuovamente il liquido seminale.
E' secondo Voi opportuno procedere fin da ora a un altro spermiogramma, per avere un confronto e quindi un quadro più attendibile?
In quali modalità, in un caso come il mio, sarebbe più opportuno procedere a intervento. Alcuni pareri mi consigliavano, come detto, la legatura intrainguinale, altri la scleroemobolizzazione (esclusa dagli altri perchè il grado del varicocele è il 4°).

Mi scuso nuovamente per essermi dilungato, attendo gentilmente un Vs parere.

Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Gentile lettore , credo che nel suo caso l'intervento più indicato sia la procedura che le ha consigliato il suo andrologo.La slero-embolizzazione nel suo caso non mi sembra indicata.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
il suo andrologo la segue bene: ok per intervento che ci sono alterazioni di motilità e morfologia. Personalmente preferisco la chirurgia (sono chirurgo generale di nascita) ma anche la scleroembolizzazione da ottimi risultati.
Non si perda in diatribe sulle tecnica chirurgica, che non vorrei che nascondesse la fifa di intervento: scusi se sono diretto. Le complicanze ci sono sempre: intorno al 3%-5% dei casi, qualsiasi tecnica si usi. Ne parli col collega.