Utente 117XXX
Buongiorno Dott. Spisni.

Mi chiamo Andrea, sono un ragazzo di 28anni residente nel Sulcis Iglesiente (CARBONIA).
Le scrivo perchè in questo momento sono un pò preoccupato per la mia situazione attuale di salute.
Ho sempre sofferto in certi periodi di colite. Nel Febbraio 2008 ho effettuato una TAC perchè avevano visualizzato tramite ecografia un "linfonodo ingrossato" in corrispondenza dell'ilo epatico. Nel referto era emesso ciò: Si segnala altresì a livello della regione del fianco, in sede paramediana destra, una massa di densità parenchimale da riferire ad invaginazione ileo-ileale parziale(si veda allegato).
Ad Aprile 2009 come spesso mi accade ho avvertito di nuovo i sintomi da colite con la differenza che durante l'evacuazione ho notato sanguinamento rettale inoltre ho perso peso.
Mi è stato consigliato di effettuare una colonscopia con esami del sangue è emerso ciò : PROCTO-SIGMADITE CON TENDENZA EROSIVA e ho iniziato una cura per 2mesi per poi rieffettuare la colonscopia.
Risultati marcatori tumorali: CEA 1.1
EMOCROMO (valori fuori range)

HGB 13.3 V.N 14.0-16.0
MCV 77 V.N 78.0-94.0
MCH 26.6 V.N 27.0 32.0
HCT 38.7 V.N 40.0-52.0

Non avendo avuto giovamento dalla cura i primi di Giugno 2009 ho rieffettuato la colonscopia con biopsia in un altra sede medica.
Il referto riporta ciò: nel colon trasverso, poco oltre la flessura splenica, si rileva una neoformazione vegetante e stenosante il lume colico.
Il referto istologico lo avrò giovedi.
Dopo questo referto mi hanno detto che và immediatamente rimosso.
Sono un pò in ansia per il referto istologico.

Grazie Cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
La descrizione endoscopica pone in effetti indicazione alla rimozione della nefomazione rilevata, indipendentemente dall' esame istologico che, considerata la sua giovane età, si puo' presumere compatibile con una patologia benigna.
[#2] dopo  


dal 2010
Grazie Dott. Favara
[#3] dopo  


dal 2010
Salve dottore.

il referto istologico riporta quanto segue:

REFERTO ISTOMORFOLOGICO PER SUGGESTIVO ADENOCARCINOMA.

Mi devo preoccupare?

Grazie
[#4] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Il reparto pone un sospetto nei confronti di una patologia maligna e quindi seria, le parole utilizzate tuttavia (suggestivo) indicano che è solo un sospetto da verificare.Segua le indicazioni di chi la segue personalmente e , se desidera, ci tenga aggiornati. Auguri!